menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, caldo e siccità: da lunedì si volta pagina

Caldo e fiumi secchi. Sono gli effetti dell'alleanza firmata dall'anticiclone delle Azzorre e quello Africano per l'inizio di settembre. Ma è atteso un cambiamento

Caldo e fiumi secchi. Sono gli effetti dell'alleanza firmata dall'anticiclone delle Azzorre e quello Africano per l'inizio di settembre, che hanno tenuto distanti le perturbazioni atlantiche dall'Italia. Una svolta è attesa per lunedì, quando i modelli matematici prevedono un'irruzione di aria fresca dal Nord Atlantico che darà una decisa spallata all'estate settembrina. Non si può ancora stabilire con certezza gli effetti delle piogge associate al transito perturbato.

Sarà di tutto rispetto lo sbalzo termico, con un crollo delle temperature anche di una decina di gradi. La colonnina di mercurio rientrerebbe così nei valori tipici del periodo, dopo una lunga fase con punte massime anche di oltre 30°C. L'arrivo del maltempo sarà preceduto sabato e domenica da un richiamo di aria calda ed umida, con temperature quindi in temporaneo aumento. Da domenica si assisterà ad una intensificazione della nuvolosità, accompagnata da temporali nella nottata a cavallo di lunedì.

Per la successiva mattinata non si escludono precipitazioni anche a carattere temporalesco, in attenuazione dal pomeriggio. I venti si disporranno dai quadranti nord-orientali, con rinforzi sulla fascia costiera. Il mare sarà mosso o molto mosso. Le temperature, come anticipato, sono attese in netta flessione. Il cambiamento sarà percepito notevolmente per effetto del caldo anomalo di questi giorni. Le minime oscillano intorno ai 13°C, mentre le massime tra 23 e 25°C.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento