menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spazzaneve al lavoro, oltre 5mila richieste d'intervento

Continua a nevicare incessantemente su Forlì. Attualmente ed ininterrottamente sono al lavoro 55 lame spartineve, 3 spargisale, 2 bobocat, 4 squadre con furgoni per la consegna di sale e ghiaia

Continua a nevicare incessantemente su Forlì. Attualmente ed ininterrottamente sono al lavoro 55 lame spartineve, 3 spargisale, 2 bobocat, 4 squadre con furgoni per la consegna di sale e ghiaia la dove ce ne fosse bisogno e sopratutto per dare assistenza a mezzi veicolari che intralciano le operazioni di spalatura o la minacciano la sicurezza veicolare. In azione anche tre squadre con soffioni per gli alberi e 3 squadre piattaforme per l'allontanamento dei rami rotti.

PERICOLO ALBERI. Questi operatori provvedono anche alla messa in sicurezza degli alberi. A supporto di queste ultime si stanno programmando 3/4 squadre con motosega per ripristinare le condizioni di sicurezza in prossimità degli alberi. La struttura “Dedalo” in una nota ha spiegato che “il piano neve come da protocollo definito nel Piano Neve del Global Service Manutentivo Stradale, infatti a fronte di una prevista nevicata a partire dalla notte tra martedì e mercoledì già nella prima mattinata del martedì stesso è stata attivata la pre-allerta a tutti gli operatori sia del servizio neve che del servizio ghiaccio, l'allerta operativa è stata eseguita a partire dalle ore 21 di martedì, quando le precipitazioni nevose cominciavano a diventare importanti il nostro servizio di coordinamento in accordo con la Direzione Lavori ed gli organi di controllo hanno attivato il servizio di spalatura che è partito alle ore 23 nelle zone critiche della città, mentre già alle 24 tutte le risorse previste nel piano neve erano operative, le operazioni di spalatura stanno continuando ininterrottamente su tutto il territorio forlivese, inoltre a partire dalle ore 4 sono operativi 3 mezzi spargisale che stanno effettuando un percorso allargato di spargimento, l'intensificarsi delle precipitazioni nevose ha reso necessario anche l'intervento di ben 3 lame di scorta, rispettivamente alle 4,30 alle 9,30 ed alle 11,30”.

SPALATORI A MANO. “Alle 4 – sottolinea la nota - ben 15 squadre di spalatori a mano (circa 40 operai) hanno cominciato la pulizia delle scuole come da protocollo, con lo spargimento del sale la dove necessario, alla fine di queste operazioni 2 di queste squadre, munite di bob cat, sono rimaste operative per la pulizia dei marciapiedi vicino le scuole dentro le mura della città, ed altre due squadre, nelle stesse zone, per la pulizia accurata e lo spargimento del sale nei percorsi pedonali. Alle 5 a seguito di una operazione di coordinamento fra il funzionario Neve del Global Service, il funzionario reperibile del verde per il comune di Forlì ed il funzionario reperibile della viabilità comunale, sono stai messi in campo le squadre come da protocollo per le operazioni di pulizia dei rami ed allontanamento di quelli rotti o caduti”.

“Tutto quanto previsto dal piano neve è coordinato dal Funzionario neve del Global Service ed il suo coadiuvatore con l'apporto di 3 assistenti al Global Service, supportati dal monitoraggio di 10 assistenti comunali, prezioso supporto ci viene dato della polizia municipale e delle altre forze dell'ordine – spiega la nota -. Un sostanziale contributo ci viene dato anche dai cittadini che con l'ausilio del call center ci comunicano situazioni di criticità che secondo una opportuna scala di priorità saranno oggetto di intervento, in 12 ore di operatività abbiamo ricevuto quasi 5.000 chiamate, le nostre linee sono ininterrottamente intasate, la nostra struttura, compatibilmente con linee operative a disposizione, sta catalogando tutte le segnalazioni”.

“Da un punto di vista prettamente tecnico, purtroppo attualmente, la situazione non è delle più semplici, in quanto la consistenza umida della neve unita alle rigide temperature, rende difficili le operazioni di spalatura, le lame riescono ad allontanare i livelli superiori dello strato nevoso, mentre il primo livello inferiore resta attaccato all'asfalto, questo crea uno strato compatti di neve che inevitabilmente finirà per trasformarsi in una lastra di ghiaccio, ragion per cui la scrivente chiede la massima collaborazione ai cittadini, si mettersi in strada solo se necessario e sopratutto muniti degli opportuni accorgimenti, come pneumatici da neve e/o catene”, conclude la nota.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento