menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, ultime previsioni neve: tra Forlì e Cesena attesi anche 30 centimetri

Come abbiamo annunciato nei giorni scorsi, le correnti fredde formeranno un minimo depressionario sulla Corsica, responsabile del peggioramento delle condizioni atmosferiche già da martedì pomeriggio

I primi piccoli fiocchi bianchi che stanno cominciando a cadere sulla Romagna annunciano l'arrivo della perturbazione che porterà con se neve e gelo. La nostra regione sta per vivere una delle settimane più fredde degli ultimi anni per effetto delle gelide correnti che giungeranno direttamente dalla steppe siberiane. L'Emilia Romagna si troverà di fronte ad un episodio di Burian, come accadde nel dicembre del 1996. In quota sono attese termiche anche di dieci gradi sotto lo zero.

Come abbiamo annunciato nei giorni scorsi, le correnti fredde formeranno un minimo depressionario sulla Corsica, responsabile del peggioramento delle condizioni atmosferiche già da martedì pomeriggio. Sono attese nevicate, localmente anche di moderata-forte intensità, specie tra il forlivese e il riminese. Lunedì avevamo specificato che lo spostamento del minimo depressionario di pochi chilometri avrebbe determinato la consistenza delle precipitazioni.

Il modello matematico europeo ha spostato la depressione ad una decina di chilometri più a nord, quanto basta per aumentare la portata delle precipitazioni. La perturbazione coinvolgerà marginalmente il piacentino, dove è attesa una spolverata da 5 centimetri. Scorrendo verso sud, tra Reggio Emilia e Modena sono attesi 15 centimetri, mentre a Bologna il manto bianco oscillerà intorno ai 20. Spostandoci più a est, a Ferrara sono attesi tra i 5 ed i 10 centimetri, a Ravenna circa 15.

Forlì e Cesena faranno il pieno, con cumuli che potranno raggiungere anche i 30 centimetri. A Rimini inizialmente la precipitazione sarà mista a pioggia. Se la neve non farà subito presa, tra martedì e giovedì sono previsti in città 10 centimetri, 30 qualora la precipitazione fosse fin da subito nevosa. Sull'Appennino romagnolo sono previsti cumuli tra 40 e 60 centimetri. Le ultime residue nevicate si attendono tra mercoledì pomeriggio e giovedì mattina.


Si attende poi un miglioramento delle condizioni meteo, con graduale rasserenamento del cielo. Il gelo che arriverà dalla Russia si impadronirà gradualmente della nostra regione e non sono da escludere valori record di -20°C nelle aree di aperta campagna. Un suolo innevato, grazie al suo colore bianco, riesce a rispedire nello spazio, anche in tempi piuttosto rapidi, circa il 90% dell'energia solare in arrivo, senza che questa possa essere assorbita e trasformata in calore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento