menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna la neve in Campigna. Ridracoli a 3 metri dalla tracimazione

Prima perturbazione dell'anno in transito sull'Emilia Romagna. Pioggia e neve ad alta quota hanno accompagnato buona parte della giornata di mercoledì. In Campigna il manto bianco oscilla tra i 10 ed i 25 centimetri

Prima perturbazione dell'anno in transito sull'Emilia Romagna. Pioggia e neve ad alta quota hanno accompagnato buona parte della giornata di mercoledì. In Campigna il manto bianco oscilla tra i 10 ed i 25 centimetri, ma la coltre rischia di scomparire nei prossimi giorni per effetto di un vasto promontorio anticiclonico che determinerà un sensibile aumento delle temperature, specialmente in quota. Alta pressione equivale in pianura alla formazione di banchi di nebbia.

Ci sarà il fenomeno dell'inversione termica, con il settore pianeggiante più freddo di quello montuoso. Con l'alta pressione sarà possibile un aumento della concentrazione di inquinanti in città. L'inverno si prenderà una “pausa di riflessione” in attesa di un possibile importante peggioramento dalla terza decade del mese, con il ritorno del freddo e forse della neve anche in pianura. Tra pochi giorni si potrà inquadrare meglio la traiettoria del flusso gelido.

Sotto controllo la diga di Ridracoli. Attualmente il volume dell'invaso sfiora i 30 milioni di metri cubi. Per la spettacolare tracimazione mancano circa tre metri: il livello di mercoledì mattina era di 554,12 metri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento