Mette assieme danza ed acrobazie alla pertica: forlivese è campione del mondo di pole dance

Sono partito dalla danza classica, col tempo mi sono appassionato al mondo della ginnastica, soprattutto acrobatica. La pole dance è una disciplina che mi permette di unire questi due universi"

Il forlivese Marko Daza è salito sul gradino più alto del podio ed ora può fregiarsi della medaglia di Campione del mondo. Marko è un giovane ballerino, atleta ed insegnante. Cileno di nascita , forlivese dal 2015, insegna pole dance nella scuola Pole Art Academy di Forlì. Vice campione italiano di pole sport, ha gareggiato nei cinque continenti e quest'anno, domenica 14 aprile ha rappresentato l'Italia nel "Campionato del mondo di pole art posa", a Novosibirk in Russia, aggiudicandosi il primo posto sul podio. La pole dance è uno sport che mette assieme danza ed esercizi ginnici acrobatici alla pertica.

Come ti sei avvicinato al mondo della pole dance?
"Ho sempre praticato sport, fin da bambino. Sono partito dalla danza classica, col tempo mi sono appassionato al mondo della ginnastica, soprattutto acrobatica. La pole dance è una disciplina che mi permette di unire questi due universi, è il collante perfetto. Durante la mia prima gara ufficiale, in Cile, sono arrivato secondo e da lì non mi sono più fermato".

È difficile praticare pole dance? Quanto ti alleni? Segui una dieta specifica?
"Direi faticoso! (ride) Eseguire acrobazie e danzare sulla pertica richiede forza, resistenza, equilibrio e tanto esercizio fisico. Io mi alleno tutte le mattine,dal lunedì al sabato, per 3-4 ore. Poi inizio le lezioni quindi, in pratica, continuo l'allenamento. Durante il fine settimana giro l'Italia per partecipare ai workshop organizzati dalle varie accademie. Non mi fermo mai. Riguardo alla dieta non seguo un regime alimentare specifico. Mangio un po' di tutto, adoro la pasta, ho imparato ad ascoltare il mio corpo per assecondare i suoi bisogni. Alle ragazze che alleno consiglio sempre di seguire un'alimentazione completa e bilanciata, per allenarsi occorre energia e forza, è inutile che si presentino a lezione senza aver prima mangiato, non riuscirebbero neanche a salire sulla pertica!"

Che differenza c'è tra la disciplina sportiva pole sport e pole art posa?
"Entrambe appartengono al mondo della pole dance. La pole sport prevede l'esecuzione di esercizi ginnici tecnici ed acrobazie sulla pertica, la pole art posa include anche la danza e le coreografie". 

È stato emozionante vincere il campionato mondiale di pole art posa la scorsa domenica?
"Mi sono commosso, ho sempre avuto il sorriso durante le altre premiazioni ma questa volta l'emozione ha preso il sopravvento. In quel momento ho visto la mia vita passarmi davanti come un film. I primi allenamenti in Cile, il momento in cui mi ha contattato la scuola di pole dance di Forlì per chiedermi se volevo insegnare nella loro accademia, il trasferimento in Italia, la fatica ed il sudore versato ma anche la passione per questo sport, la gioia e la soddisfazione di avercela fatta. È stato un momento indimenticabile. Non mi aspettavo di vincere, è stato un campionato sofferto. Prima di partire mi sono ammalato, arrivato in Russia ho scoperto che la mia valigia contenente l'attrezzatura di gara non era ancora in hotel. È arrivata domenica, il giorno della gara. Non è stato semplice".

Cosa ti ha distinto dagli altri atleti durante la competizione?
"I giudici hanno premiato la creatività e l'originalità del mio esercizio. Ho danzato sulla pertica insieme ad un cuscino. La mia coreografia racconta la storia di un ragazzo che affronta varie avventure nella sua vita ed il cuscino che porta sempre con sé ne conserva i ricordi. Per elaborarla non mi sono ispirato a coreografie preesistenti, volevo creare qualcosa di nuovo. Il cuscino che ho utilizzato durante la competizione racconta la mia storia. È bianco e contiene vari disegni, simboli e lettere color senape che mi rappresentano, ci sono davvero legato".

Progetti per il futuro?
"Migliorarmi. Continuo ad allenarmi ed ad insegnare. Non mi fermo, non mi pongo limiti né confini.  La mia prossima gara sarà in Croazia, non vedo l'ora!"

marko pole dance 2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Continua il tour romagnolo della Dea Bendata: dopo i gratta e vinci ecco il colpo con la Lotteria Italia

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Bel regalo di Natale in anticipo: gratta e vince una bella somma col 46 di Valentino Rossi

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

Torna su
ForlìToday è in caricamento