rotate-mobile
Cronaca

Mezz'ora di terrore per le vie della città, minaccia con un coltello chiunque incontra: subito arrestato dalla Polizia

Nel mirino anche un bambino di 11 anni, che ha mantenuto il sangue freddo dopo esser stato insultato e minacciato di morte, allertando il numero di emergenza unico

Armato di coltello, ha minacciato i passanti in transito in via Anna Frank e viale Risorgimento mostrando un coltello. Nel mirino anche un bambino di 11 anni, che ha mantenuto il sangue freddo dopo esser stato insultato e minacciato di morte, allertando il numero di emergenza unico. Tempestivamente si sono attivate le Volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale, diretto dal dirigente Andrea Valzania, che hanno bloccato e neutralizzato il soggetto: un forlivese di 28 anni. L'episodio in questione si è verificato nella tarda mattinata dello scorso 30 ottobre. 

L’intervento delle Volanti è scattato dopo la segnalazione di un uomo armato di coltello che aveva minacciato alcuni passanti in via Anna Frank e, subito dopo, in viale Risorgimento. In particolare, i poliziotti hanno appurato che in viale Risorgimento lo sconosciuto aveva poco prima insultato e minacciato di morte con un coltello, un bambino di undici anni, senza apparente motivo. Il ragazzino tuttavia è riuscito a fuggire e a chiamare il numero unico di emergenza 112. Subito sono scattate le ricerche, inizialmente senza esito. Mezz’ora dopo, poco prima delle 14, è giunta una nuova segnalazione da via Bombace, dove veniva comunicata un soggetto, corrispondente alle descrizioni fornite in occasione dell’intervento precedente, il quale, per ottenere sigarette e denaro, stava minacciando alcuni studenti, utilizzando sempre un coltello.

Uno dei ragazzi che aveva subìto le minacce, sprovvisto di sigarette, si era proposto di andarle ad acquistare in un vicino distributore automatico di Piazza Dante. In quel breve lasso di tempo, trascorso per avvicinarsi al distributore, le Volanti hanno raggiunto e bloccato il 28enne ancora vicino alla vittima e in possesso del coltello, nascosto nella tasca dei pantaloni. L’uomo, in evidente stato di agitazione, si è opposto al controllo, sbracciando e dimenandosi; con fatica gli operatori riuscivano comunque a immobilizzarlo e ad accompagnarlo in Questura.

Qui, dopo aver acquisito la denuncia della parte offesa e le informazioni dei testimoni, ricostruita con precisione la dinamica dei fatti, è stato arrestato in flagranza con l'accusa di tentata rapina e denunciato per minaccia aggravata, porto abusivo di coltello e resistenza a Pubblico Ufficiale.  L’arresto è stato poi convalidato dall’autorità giudiziaria, che ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezz'ora di terrore per le vie della città, minaccia con un coltello chiunque incontra: subito arrestato dalla Polizia

ForlìToday è in caricamento