menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bertinoro si illumina di meno. Finita l'emergenza i bimbi arricchiranno i giardini delle scuole

In occasione di questa giornata dedicata al risparmio energetico e agli stili di vita sostenibili, l’Amministrazione invita tutti i cittadini a far fiorire i propri balconi con viole e primule

Venerdì il comune di Bertinoro aderisce all’iniziativa di Rai Radio2 Caterpillar M’illumino di meno, che quest’anno è dedicata ad aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi, perché piantare alberi aiuta a mitigare il riscaldamento globale. L'assessore all’Ambiente, Sara Londrillo, ha proposto di piantare alberi, arbusti, fiori e piccole piante aromatiche nelle scuole dell’infanzia per coinvolgere i più piccoli ad arricchire gli orti e i giardini delle scuole “Il Cucciolo” di Santa Maria nuova, “La coccinella” di Bertinoro e “Mariele Ventre” a Fratta Terme. 

Grazie alla collaborazione attiva delle insegnanti delle scuole, che hanno proposto varie tipologie di piante, i bambini potranno piantare direttamente gli alberi (dalla piccola magnolia al nocciolo, dalla ginestra al pero volpino) e le piantine (dal timo alla calendula, dai lamponi all’origano) con l’aiuto di insegnanti e genitori. La consegna avverrà nei primi giorni subito dopo la riapertura delle scuole. In occasione di questa giornata dedicata al risparmio energetico e agli stili di vita sostenibili, l’Amministrazione invita tutti i cittadini a far fiorire i propri balconi con viole e primule o a piantare anche piccole piante aromatiche per rendere più verdi le proprie case. Accendere un albero per spegner il riscaldamento climatico.

"In occasione della giornata di M’illumino di meno, storicamente dedicata al risparmio energetico e alle fonti di energia alternativa per consumare meno e meglio, cambiando anche la tipologia dei consumi, l’amministrazione di Bertinoro ci tiene a ricordare alcune azioni per l’ambiente che sono state messe in campo in questi mesi - afferma l'assessore -. Da ottobre scuole e edifici comunali sono stati illuminati a led. Sono stati sostituiti i corpi illuminati preesistenti nella scuola elementare di Santa Maria Nuova, nella materna di Fratta Terme, nell'elementare di Fratta Terme, nella palestra di Santa Maria Nuova, nel palazzo Mainardi e in quasi tutto il palazzo comunale. Questo attività di relamping è stata svolta dalla ditta Checchi impianti di Forlì a seguito di gara".

"Altri edifici scolastici, in particolare la palestra e la scuola media di Bertinoro e le scuole dell’infanzia di Bertinoro e Santa Maria Nuova, sono interessati ai prossimi interventi di riqualificazione energetica, comprensivi della fornitura di combustibile-energia, della manutenzione e conduzione degli impianti di riscaldamento e di tutti gli interventi per realizzare un miglior efficientamento energetico - prosegue Londrillo -. Nello specifico gli interventi sono dedicati all’illuminazione interna a LED, alla coibentazione (realizzazione del cappotto), alla sostituzione di vecchi serramenti ed infissi e la sostituzione delle centrali termiche con i generatori di calore a condensazione. Per queste attività il Comune ha  ricevuto il finanziamento regionale nell’ambito Por-Fesr 2014/2020 (Programma operativo regionale - fondo Europeo sviluppo regionale).  La ditta aggiudicatrice della gara è il Consorzio Integra di Bologna".

Inoltre nell'ambito del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (Paes), nel contesto dell’adesione al Patto dei Sindaci, sintesi dell'impegno di un Comune verso una strategia programmatica e operativa di risparmio energetico, è stato approvato con Deliberazione di Giunta Comunale numero 67 del 4 giugno 2018 il progetto esecutivo per la -riqualificazione impianto di illuminazione pubblica – primo stralcio- elaborato da Hera Luce s.r.l. che ha previsto la sostituzione dei punti luce esistenti con lampade a led nelle frazioni di Fratta Terme e Santa Maria Nuova, con l'obiettivo di ridurre i consumi elettrici per l'illuminazione pubblica. In particolare sono stati sostituiti circa 370 apparecchi illuminanti con apparecchi di ultima generazione equipaggiati con sorgenti led 4mila k o 3mila k, in alcuni casi provvedendo alla sostituzione anche del palo di arredo. L'intervento ha permesso di ottenere, come si legge dalla relazione tecnica predisposta da Hera Luce, un risparmio energetico del 51%, passando da un impiego energetico di circa 146 kwh/anno ad un impiego energetico di 75 kwh/anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento