rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca

Anche a Forlì si celebra la 96° Giornata missionaria mondiale: ci sono 13 missionari forlivesi in giro per il mondo

Sarà all’insegna del tema “Di me sarete testimoni. Vite che parlano”, la 96° Giornata Missionaria Mondiale, indetta da Papa Francesco per domenica

Sarà all’insegna del tema “Di me sarete testimoni. Vite che parlano”, la 96° Giornata Missionaria Mondiale, indetta da Papa Francesco per domenica. In tutte le chiese si pregherà per questa intenzione e si raccoglieranno offerte dedicate alle Pontificie Opere Missionarie. “Le parole «Di me sarete testimoni» - scrive don Roberto Rossi, parroco di Regina Pacis, sul periodico diocesano “Il Momento” - fanno parte dell’ultimo colloquio di Gesù Risorto con i suoi discepoli, prima di salire in Cielo. Esse rappresentano un po’ il cuore dell’insegnamento di Gesù ai discepoli, in vista della loro missione nel mondo. «Riceverete la forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi, e di me sarete testimoni… fino ai confini della terra» (1,8) Grazie all’azione dello Spirito Santo la missione di quei primi discepoli è divenuta la missione di ogni battezzato e dì tutta la Chiesa: testimoniare la presenza del Signore in mezzo alle vicende della storta dell’umanità e della vita di ciascuno di noi, anche le più difficili. D’allora non è mai mancato l’esempio di uomini e donne che hanno vissuto secondo i valori del Vangelo, fino a donare la propria stessa vita per il bene dei fratelli come suprema testimonianza di amore a Cristo”.

Attualmente sono 13 i forlivesi missionari nelle varie parti del mondo. Se in Africa, nel cuore della Tanzania, lavorano il francescano padre Leonardo Amadori (Da Es Salam) e la missionaria della Consolata suor Vivalda Spazzoli (Pwami), in Costa D’Avorio troviamo suor Ambrogia Casamenti delle Figlie di Gesù e il forlimpopolese don Marco Canarecci della Comunità di Villaregia. In Kenya, a Nairobi, è attivo don Valerio Valeri della Fraternità “San Borromeo”. Volando in America Latina, se in Brasile ci sono il saveriano padre Pino Leoni e il forlimpopolese padre Luca Vitali, il primo in Amazzonia e il secondo, della Comunità di Villaregia, nella metropoli di San Paolo, in Perù, a Lima, troviamo la responsabile del progetto Avsi Daniela Altini. L’Asia al momento è coperta da suor Ombretta Neri del Movimento Contemplativo Missionario Charles de Foucault, operativa in Bangladesh. In Guatemala, Centroamerica, troviamo il laico Andrea Francia coinvolto nella gestione del villaggio per bambini di strada “Ciudad de la Felicidad” di Esquipulas e da ultimo anche nella realizzazione di case abitazioni per ragazze madri. Si segnalano tre missionari forlivesi anche nella vecchia Europa: don Gino Mengoni è a Levail, in Francia, Diocesi di Tolone, don Matteo Dall’Agata della Fraternità San Carlo Borromeo (microcosmo di Comunione e Liberazione) opera a Vienna, in Austria, mentre il meldolese Marco Giovannetti vive da ben 18 anni in Russia, gestendo a Volgograd, per conto della Papa Giovanni XXIII, la Casa “Madonna della Tenerezza” per l’accoglienza di adulti provenienti dalla strada: dagli ex-carcerati ai senza fissa dimora, ma anche tossicodipendenti, alcolisti e persone con disagio mentale. Ci permettiamo di inserire nel lotto dei missionari forlivesi, anche la Silenziosa Operaia della Croce sorella Rosa Manganiello: irpina d’origine, rimane nel cuore dei meldolesi per aver animato per tanti anni la Casa Nostra Signora di Fatima, sede del CVS e fondato il locale Centro socio riabilitativo per persone diversamente abili, oggi gestito dalla Cooperativa Abbracci. Dal 2002 la religiosa è votata alla missione per bambini abbandonati di Mouda, estremo nord del Camerun, al confine con Ciad e Nigeria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Forlì si celebra la 96° Giornata missionaria mondiale: ci sono 13 missionari forlivesi in giro per il mondo

ForlìToday è in caricamento