rotate-mobile
Pnrr / Modigliana

Modigliana, dal Pnrr mezzo milione per riqualificare la biblioteca comunale: come rinascerà l'area culturale

Per il Comune di Modigliana arriveranno 500mila euro per la riqualificazione della biblioteca comunale

I fondi Pnrr rappresentano per l'Italia un'importante opportunità di sviluppo nei tanti settori di intervento in cui sono state messe a disposizione risorse necessarie alla realizzazione degli interventi. Per il Comune di Modigliana arriveranno 500mila euro per la riqualificazione della biblioteca comunale. "Abbiamo scelto come Amministrazione Comunale di partecipare ai tanti bandi che sono stati pubblicati, coinvolgendo in primo luogo tutta la struttura comunale, alla quale vogliamo esprimere un doveroso ringraziamento per l’impegno progettuale e per una accresciuta capacità di lavorare in modo collegiale nei diversi settori coinvolti, che ci hanno permesso, nel corso del 2022, di partecipare ad oltre 10 bandi, nei settori : della rigenerazione urbana, della progettazione culturale, negli interventi per le infrastrutture sportive, per la riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici - spiega il sindaco Jader Dardi -. Un impegno progettuale importante per la struttura, per gli amministratori e i dipendenti di un piccolo Comune come Modigliana, impegnati allo stesso tempo nelle tante attività di gestione nella vita della comunità".

Oltre al finanziamento di 168mila per l’intervento di rifacimento della copertura del vecchio edificio della Scuola dell’Infanzia G. Puntaroli, ottenuti con fondi Pnrr e per il quale è già stato pubblicato il bando di gara per l’affidamento dei lavori, è di giovedì pomeriggio la notizia del finanziamento di 500mila euro, ottenuto in favore del Comune di Modigliana sulla base dell’avviso pubblicato dal Ministero della Cultura per la "Presentazione di proposte progettuali di intervento per la rimozione della barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e luoghi della cultura pubblici non appartenenti al Ministero della Cultura”, bando per il quale, spiega Dardi, "abbiamo candidato un importante intervento di riqualificazione dell’edificio della Biblioteca Comunale".

Il progetto, ricorda il sindaco, "è stato approvato dalla Giunta Comunale il 9 agosto, dandogli il nome “Biblio uno spazio accessibile per libri fisici e digitali” e ha tra gli obiettivi la redazione e approvazione del Piano per l’abbattimento della barriere architettoniche; unificazione del patrimonio documentale/bibliografico nella sede della Biblioteca Comunale per favorirne la conoscenza e la condivisione; adeguamento della sede della Biblioteca Comunale agli standard necessari a comprimere barriere fisiche, cognitive, sensoriali. Il progetto prevede l’adeguamento strutturale dell’edificio della biblioteca, per ospitare e trasferirvi l’Archivio Storico, che rappresenta un patrimonio importantissimo per la nostra comunità, migliorarne l’accessibilità da parte di studiosi e ricercatori, unificando così la sede della Biblioteca con quella dell’Archivio. Un progetto che comprende l’avvio di due start-up che abbiamo chiamato “Modigliana patrimonio diffuso” e “Modigliana delle storie”".

"Lo spostamento dell'Archivio Storico nella sede della Biblioteca, consentirà alle scolaresche di scoprirne la ricchezza e migliorarne la conoscenza, al personale, di svolgere ricerca senza comprimere l’apertura della Biblioteca. L’allestimento del Fondo librario antico con attrezzature adeguate e sicure ne consentirà l’apertura al pubblico - prosegue il sindaco insieme all'assessora alla Cultura, Rosa Grasso -. Il Portale “Modigliana Cultura” ospiterà, oltre ai contenuti digitalizzati di Musei, Archivio Storico e Fondi Antichi/Fototeca, anche i contenuti delle Start-Up. Un progetto dinamico e innovativo che punta al recupero e riqualificazione di un importante edificio, ma soprattutto aperto alla integrazione e inclusione sociale, proiettato verso la eliminazione delle barriere fisiche e culturali, che fa della Biblioteca Comunale, un punto centrale nelle attività culturali; un obiettivo che abbiamo voluto e perseguito".

"Avere ottenuto questo finanziamento è per la nostra Amministrazione, un importante risultato che ci permette di guardare oggi con maggiore fiducia, alla possibilità di dare vita nel 2026 ad una grande mostra per celebrare i 200 anni della nascita del pittore Silvestro Lega e fare di Modigliana un punto di attrattività turistica e culturale - continuano Dardi e Grasso -. La possibilità di trasferire l’archivio storico dall’ultimo piano dell’edificio della Pinacoteca, ci permette di candidare in prospettiva l’intero edificio del Palazzo del Podestà per ospitarvi una mostra importante con opere di Silvestro Lega, sulla quale dovremo ricercare le condizioni di fattibilità, attraverso il coinvolgimento di esperti e Istituzioni Culturali, nella prospettiva del 2026, anno entro il quale dovranno essere terminati i lavori per i quali abbiamo ottenuto il finanziamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modigliana, dal Pnrr mezzo milione per riqualificare la biblioteca comunale: come rinascerà l'area culturale

ForlìToday è in caricamento