menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Modigliana, il centro estivo partirà il 6 luglio. Intanto riaprono i parchi pubblici

"Nei prossimi giorni le classi interessate riceveranno informazioni più dettagliate", informa il sindaco Jader Dardi

Quello di venerdì è stato per molti bambini l'ultimo giorno di scuola dell'anno scolastico 2019-2020 condizionato dallo scorso fine febbraio dall'emergenza sanitaria da covid-19. Il nemico invisibile ha costretto bimbi ed insegnanti a casa, affrontando il difficile cammino della didattica a distanza. L'amministrazione comunale di Modigliana sta pianificando un piccolo momento per permettere ai bambini e ragazzi delle classi terminali di ogni ordine di salutarsi come simbolo del passaggio alla nuova avventura che intraprenderanno a settembre. "Nei prossimi giorni le classi interessate riceveranno informazioni più dettagliate", informa il sindaco Jader Dardi.

Nel frattempo riaprono già da sabato i parchi pubblici e sarà consentito l'utilizzo delle aree attrezzate per bambini. La decisione, spiega il primo cittadino, è stata possibile "grazie ad un accordo con Alea che, tramite la cooperativa Acquacheta ci garantirà la pulizia quotidiana delle attrezzature per bambini". Da Dardi un invito "a rispettare le principali norme igieniche", ricordando "il severo divieto di creare assembramenti". Dal 6 al 31 luglio sarà attivo il centro estivo comunale. L'iscrizione dovrà essere presentata entro il 19 giugno (all'indirizzo "https://www.comune.modigliana.fc.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=3924" è possibile scaricare il modulo".

"Siamo consapevoli che quest'anno la retta avrà un costo importante, ma il rapporto educatori-bambini sarà di 1 a 5  infanzia) o 1 a 7 (primaria) per ogni turno (mattina e pomeriggio) portando ad un incremento notevole - spiega Dardi -. Nel modulo troverete però alcune indicazioni sui sussidi messi a disposizione dalla regione (84 euro a settimana) e da insp con il bonus baby-sitter (fino a 1200 euro ) che permetteranno di godere del servizio Cre/Crem con un considerevole sgravio". Inoltre, conclude Dardi, "ci siamo coordinati con Parrocchia e Kara Bobowsky (tramite il progetto eduvalley) che attiveranno servizi analoghi per bambini delle infanzia e ragazzi delle medie".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Scroccadenti romagnoli, uno tira l'altro: la ricetta

Arredare

Cambiare il divano: ecco la guida completa e i consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento