rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Lutti

Addio ad Adelmo Fantini, una vita in Confesercenti prima di diventare assessore

Fu il primo segretario della Confesercenti Forlivese, incarico ricoperto fino alla sua elezione a consigliere comunale nel 1971

Il 4 agosto avrebbe compiuto 91 anni. Si è spento domenica Adelmo Fantini, ex assessore all'Urbanistica della giunta guidata da Angelo Satanassi. Fu il primo segretario della Confesercenti Forlivese, incarico ricoperto fino alla sua elezione a consigliere comunale nel 1971, poi sostituito con Gianni Martinelli funzionario della Associazione Regionale. Adelmo era fratello del partigiano Gino Fantini, ucciso dai nazisti e trovato impiccato a Ranchio il 24 luglio del 1944. Nelle prossime ore verranno fissati i funerali. L’Amministrazione comunale di Forlì lo ricorda come "uomo delle istituzioni ed espressione del tessuto economico cittadino che ha ricoperto ruoli di rilievo nel secondo dopoguerra. Punto di riferimento dell’associazionismo del commercio, Adelmo Fantini è stato a lungo Consigliere comunale e anche assessore, negli anni Settanta, con un ruolo fondamentale nelle scelte della partecipazione, dei servizi e della logistica che portarono alla definizione di una nuova rete della distribuzione adeguata alle mutate esigenze. Ai familiari e a coloro che hanno condiviso con Fantini percorsi professionali e di impegno civico giungano i sentimenti di cordoglio a nome dell’intera comunità forlivese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio ad Adelmo Fantini, una vita in Confesercenti prima di diventare assessore

ForlìToday è in caricamento