menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dramma in caserma, disposta l'autopsia sul carabiniere

L'accertamento serve per fugare ogni dubbio ed accertare che quello compiuto venerdì scorso della vittima, 44 anni, sia stato un gesto volontario

Il sostituto procuratore della Procura di Forlì, Filippo Santangelo, ha disposto l'autopsia sul corpo dell'appuntato dei Carabinieri della stazione di Santa Sofia deceduto in seguito ad un colpo d'arma da fuoco alla testa. L'accertamento serve per fugare ogni dubbio ed accertare che quello compiuto venerdì scorso della vittima, 44 anni, sia stato un gesto volontario. Al termine il feretro dell'appuntato sarà riconsegnato ai familiari per i funerali, che potrebbero svolgersi mercoledì.


Fin da subito le sue condizioni erano apparse disperate ai medici. I familiari, dopo che i medici hanno dichiarato la morte cerebrale, hanno dato il via libera per l'espianto degli organi. Arrivato in Romagna nel 1995, si è sposato con una maestra d'elementare con la quale ha avuto una bimba, oggi di 4 anni. C'è ancora incredulità nel paese, per un gesto che resta senza risposta. Chiunque lo conoscesse lo ricorda come una persona disponibile e solare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento