menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il "Cev" con Di Maio la scorsa estate a Borgo Sisa

Il "Cev" con Di Maio la scorsa estate a Borgo Sisa

Tragedia Cevenini, il ricordo di Bartolini e Di Maio

Il Ricordo Di Maurizio Cevenini nelle parole di Luca Bartolini, consigliere regionale del Pdl e di Marco di Maio, segretario Pd forlivese

“La morte di Maurizio Cevenini mi addolora profondamente e mi riempie di infinita tristezza. Conosco il "Cev", come tutti lo chiamavano, da due anni, cioè da quando siedo insieme a lui nell’ufficio di Presidenza dell'Assemblea legislativa. - ricorda il consigliere regionale del Pdl, Luca Bartolini - Giusto ieri mattina alle 13 ci eravamo visti e  prima dell’inizio della riunione di Ufficio di Presidenza, come mio  solito ho abbozzato con lui due battute calcistiche quando l'ho visto arrivare con la sua immancabile cravatta rosso-blu regimental del Bologna”.

“Contrariamente ad altre volte mi ha accennato un sorrisetto e nulla di più. Mai avrei pensato che quella sarebbe stata l’ultima volta che lo vedevo. Durante la campagna elettorale, senza volerlo, avevamo condiviso lo stesso slogan: "Cev c'è" lui a Bologna  e "Luca c'è" io a Forlì, e poiché Maurizio ed io siamo alla fine siamo risultati  i candidati più votati in Regione,   spesso ci soffermavano, dopo le riunioni dell'Ufficio di presidenza, a parlare di comunicazione, confrontandoci su come era meglio tenere i rapporti con la gente”.

“Poi, sapendo che io sono un grande tifoso milanista, ogni anno, con l’infinito altruismo che lo contraddistingueva anche nei confronti dei propri avversari politici, mi invitava allo stadio quando il Milan giocava al Dall’Ara. La Regione tutta perde una persona perbene, amata dai cittadini, un simbolo della città di Bologna che avrebbe potuto dare ancora moltissimo. In questo momento sono molto vicina alla figlia e alla moglie alle quali esprimo le mie più sentite condoglianze”, conclude Bartolini.

Altrettanto commosso il ricordo di Marco Di Maio, segretario Pd forlivese e consigliere comunale. “La morte di Maurizio Cevenini è una notizia sconvolgente. Sia per come è avvenuta che per lo spessore della figura. Il "Cev" è un caso unico in Emilia-Romagna e non solo, un punto di riferimento per chi si impegna in politica e lo vuole fare stando dalla parte e al servizio dei cittadini, senza retorica. Un uomo che ha basato il suo impegno sempre e comunque sulla base del consenso popolare; il consenso, le preferenze, il sostegno dei cittadini, sono qualcosa che va in controtendenza rispetto a quanto avvenuto nella politica italiana degli ultimi anni (basti pensare alla legge elettorale con la quale abbiamo eletto il parlamento): ma senza il consenso, senza la 'certificazione' che si rappresenta qualcosa e qualcuno, non si possono avere la credibilità e la forza che servono oggi per restituire dignità alla politica”.




“Il 'Cev' è un esempio di impegno e passione, di capacità di rapporto e relazione con i cittadini. Un campione non solo di preferenze, ma soprattutto di generosità e disponibilità. Abbiamo invitato il 'Cev' nell'agosto scorso alla Festa di Borgo Sisa. - ricorda Di Maio - Fu una serata appassionante. Prima dal palco, poi negli stand con i volontari e tra la gente, poi ancora nello spazio-dibattiti dove abbiamo insieme presentato il suo libro, "Bologna nel cuore": ovunque ha colpito per la sua sensibilità, la sobrietà e il modo di porsi. Anche di fronte alle critiche, quelle più aspre. Fu una serata in cui parlammo di tutto, ma in primis delle sue grandi passioni: il Bologna, la politica e i rapporti umani. Parlammo anche dello choc per la mancata candidatura a sindaco, del suo impatto psicologico, del rapporto con sua figlia (a cui è rivolto il libro); parlammo delle difficoltà a farsi apprezzare (in passato) dentro al suo partito pur avendo un così forte consenso e parlammo delle distorsioni della politica, contro le quali quotidianamente ci battiamo. Firmò molte dediche sui suoi libri e poi se ne andò, così come era arrivato, alla guida della sua 'Smart'. Con la stessa semplicità che lo contraddistingue da sempre”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento