menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovata morta Silvia Pedroni: stessi vestiti e del whisky

Silvia Pedroni, la forlivese di 38 anni scomparsa la domenica di Pasqua, è stata trovata senza vita. Il cadavere è stato rinvenuto dal personale del Soccorso Alpino, con unità cinofile

Silvia Pedroni, la forlivese di 38 anni scomparsa la domenica di Pasqua, è stata trovata senza vita. Il cadavere è stato rinvenuto mercoledì pomeriggio, intorno alle 16.30, dal personale del Soccorso Alpino, nel corso delle ricerche interforze che hanno visto coinvolti Carabinieri, Polizia, Polizia Provinciale e Protezione Civile nei pressi dell'ospedale “Morgagni-Pierantoni” di Vecchiazzano, non lontano dall'argine del fiume Montone. In questi giorni le forze dell'ordine hanno battuto palmo a palmo le aree dismesse e le zone lungo i fiumi.

IL RITROVAMENTO - Alla battuta di ricerche hanno preso parte anche l'unità cinofile della Polizia Municipale di San Giovanni in Persiceto (Bologna). Silvia sarebbe stata trovata vestita con lo stesso abbigliamento con cui ha lasciato casa. Inoltre sarebbero state rinvenute le sue medicine ed anche una bottiglia di whisky. Secondo questi primi elementi l'ipotesi per il momento più accreditata è che sia morta già poco dopo la sua scomparsa. Gli inquirenti non escludono che fosse deceduta da una settimana. In ogni caso sarà l'autopsia a dire l'ora della morte.

Il luogo del ritrovamento, recintato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e della stazione di San Martino, è a valle del cimitero degli inglesi, vicino al ponte di San Varano. Sul posto sono intervenuti il Maggiore Fabrizio Fratoni, comandante della Compagnia Carabinieri di corso Mazzini, il maresciallo Alessandro Principe, comandante della stazione di San Martino in Strada, il medico legale dell'Ausl che ha proceduto alla prima ispezione cadaverica e il pubblico ministero Michela Guidi. I familiari sono stati avvistati dal personale dell'Arma. Alla vista delle luci blu si è radunato un drappello di curiosi, che ha subito intuito la drammaticità dei fatti.

LA SCOMPARSA - Pedroni era uscita la mattina di Pasqua riferendo che andava a fare un po' di jogging, ma da quel momento ha fatto perdere le sue tracce. Al momento della scomparsa indossava un giubbino impermeabile marrone scuro, una felpa rossa, dei calzoni di una tuta neri, delle scarpe da ginnastica bianche, uno zainetto a quadri marroni e beige. Porta occhiali da vista con montatura nera. Tra i segni particolari una piccola cicatrice sul dorso della mano destra in prossimità del dito indice.



RICERCHE E "CHI L'HA VISTO?" - Le ricerche sono state seguite anche dalla troupe della trasmissione televisiva "Chi l'ha Visto?". Nei giorni scorsi si era parlato di un avvistamento di Silvia a Bologna, città nella quale ha vissuto e lavorato per diversi anni. Appena saputo della notizia, sul posto si è precipitata la famiglia della 38enne, forte anche del fatto che un ragazzo avrebbe fornito a Silvia indicazioni per raggiungere piazza San Michele. Il procuratore capo della Repubblica di Forlì, Sergio Sottani, nei giorni scorsi ha aperto un'inchiesta.

APPELLI E VOLONTARI - Sono stati giorni di appelli continui, tra cui quello sul web del sindaco Roberto Balzani e  del Consiglio Comunale, nell'ultima seduta di lunedì scorso. Volontari hanno distribuito volantini, attaccandoli anche nelle fermate degli autobus e vicino ai locali pubblici.  Le foto della donna sono state diffuse in particolare nella zona di via Decio Raggi, viale Risorgimento, via Venturini e via Fratelli Basini, dove la famiglia Pedroni risiede.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento