menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Esempio di grande impegno al servizio del territorio": addio a Valter Valmori, papà del Concerto di Natale dei Romiti

Si è spento Valter Valmori, esempio di attivismo e partecipazione per il suo Quartiere, i Romiti, ma anche per tutto il territorio forlivese

Il "Concerto di Natale" dei Romiti perde il suo papà. Si è spento Valter Valmori, esempio di attivismo e partecipazione per il suo Quartiere, i Romiti, ma anche per tutto il territorio forlivese. "E' con sentimenti di profonda tristezza e partecipazione che ci stringiamo al dolore della famiglia Valmori - esordisce il sindaco Gian Luca Zattini -. Esempio di grande impegno al servizio del Quartiere, della città e del territorio con particolare attenzione ai temi della solidarietà e della cultura. In particolare ricordiamo la premura e la competenza con le quali ha fatto nascere e crescere il Concerto di Natale dei Romiti".

"Valmori ha dato a tutti noi una testimonianza di altissimo valore civico e morale - conclude Zattini -. Alla moglie, ai figli, agli amici e a tutti coloro che hanno condiviso con lui esperienze di lavoro e di cittadinanza attiva, giungano le espressioni di affetto e stima da parte dell'Amministrazione Comunale e a nome dell'intera collettività forlivese". Toccante il ricordo di Sara Samorì, ex assessore allo Sport e consigliere comunale Pd: "Io lo chiamavo affettuosamente "Valterino" perchè un po’ il papà di tutti noi. Protagonista assoluto di quegli anni belli, in cui i quartieri e la partecipazione nella nostra città, Forlì, erano all’apice del vivere la nostra comunità, e dove si sono formate le esperienze più entusiasmanti. Come quella nel Quartiere Romiti e dalla sua parrocchia2.

"Valter ne era, ne è, un punto di riferimento e così, con “poco” ma con tanta passione e determinazione - come nascono solo cose belle - è arrivata l’idea del “Concerto di Natale” - continua Samorì -. Un evento che, ancora oggi, il giorno di Santo Stefano, coniuga la passione per la musica e il bel canto con l’impegno per il sociale. Soprattutto, un appuntamento che ormai è diventato un momento in cui “siamo tutti più vicini come forlivesi”. E così, è diventato il “Concerto della nostra cittadinanza”. Un momento magico, bellissimo. Più di un anno fa, in occasione della sua 19esima edizione, Valter definiva così quel momento: “È stato seminato tanto speriamo che anche in futuro si continui a lavorare così. Una parola magica per questo concerto è amicizia. Riusciamo a organizzare un concerto, che costituisce un certo costo, grazie agli amici, che hanno fiducia in noi e credono nelle nostre attività. L’ingresso è libero, ma un’offerta, chi la vuol fare, andrà in beneficenza. Parte ai bambini del Venezuela, parte al reparto di pediatria dell’ospedale Morgagni qui a Forlì”. Si Valter - per te che ne sei stato l’ispiratore e l’ideatore - l’impegno continuerà perché la traccia che hai lasciato nella tua parrocchia, nel Quartiere, tra i tantissimi amici, rimarrà. Indelebile. Con la stessa passione che ti illuminava, soddisfatto, e che hai trasmesso a tutti noi regalando solo sorrisi e felicità. Oggi ci lascia, tra le braccia della sua famiglia adorata. Un particolare pensiero affettuoso a Nadia Fornasari, Stefano Valmori ed Enrico Valmori che di quella persona straordinaria oggi ne sono eredi e luminosa immagine riflessa".

Questo il ricordo del consigliere comunale dem, Elisa Massa: "La strada che hai percorso, caro Valter, quella che ti ha reso felice e che ti ha reso l'uomo amato, stimato, la persona perbene che abbiamo in tanti avuto l'onore di conoscere, quella strada è stata per te quella degli affetti, della tua meravigliosa famiglia, del tuo lavoro e della tua comunità. Tutti coloro che ti hanno incontrato in questo cammino, i tuoi indimenticabili colleghi della Gallignani di Russi, i cittadini del Quartiere Romiti, il tuo amato Liceo Musicale" Angelo Masini" ti hanno amato e stimato così come per me da oltre 30 anni. Adoravi tanto la musica, eri convinto che sapeva addolcire l'animo delle persone e migliorarle, per questo ti piaceva renderle felici e non ti curavi della stanchezza e tanto meno dei meriti nel realizzare i nostri meravigliosi concerti al Palazzetto dei Romiti. Eri umile, a volte schivo, ma tenace nell'ottenere sempre il meglio per i tuoi concittadini. Mi mancherai immensamente, Valter, sei stato come un padre, una guida meravigliosa e insostituibile. Hai vissuto la tua vita come modello per gli altri, per me rimarrai per sempre il mio Valter".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento