Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Ha guidato la Coldiretti per 5 anni, muore una colonna portante dell'associazione

Residente a Villa Selva di Forlì, ha ricoperto il ruolo di presidente provinciale dell'Organizzazione agricola dal 2006 al 2011

E' morto l'ex presidente della Federazione Provinciale della Coldiretti Cleonildo Bandini. Nato a Forlì nel 1948, residente a Villa Selva di Forlì, Bandini ha ricoperto il ruolo di presidente provinciale dell'Organizzazione agricola dal 2006 al 2011. “Uomo di grande passione e generosità - commentano Massimiliano Bernabini e Giulio Federici, rispettivamente presidente e direttore di Coldiretti Forlì-Cesena – Bandini ha contribuito alla crescita dell’organizzazione diventando un punto di riferimento per i dirigenti e i collaboratori più giovani di Coldiretti che continueranno indubbiamente a seguirne l’esempio operando con dedizione, rispetto, responsabilità e sensibilità, valori che hanno sempre e fino all'ultimo caratterizzato l'agire e la vita di Cleonildo”.

Bandini aveva 73 anni. Sposato con Giuseppina, padre di due figli e nonno, Bandini attualmente era membro del Consiglio Direttivo di Coldiretti Forlì-Cesen e anima dell’associazione Federpensionati Coldiretti provinciale. La cerimonia funebre si terrà giovedì, con partenza dalla camera ardente dell’ospedale Pierantoni di Forlì alle ore 14.30 per la Chiesa di Villa Selva (Via Costiera, 18 - Forlì).?

Al cordoglio, a nome della città, si unisce il sindaco Gian Luca Zattini: "Con profondo dolore abbiamo appreso la notizia della scomparsa di Cleonildo Bandini, figura di primo piano del mondo dell'agricoltura romagnola. Ne ricordiamo la qualità umana e la capacità di essere stato per lungo tempo un autorevole punto di riferimento per il tessuto associazionistico, in particolare per la Federazione Provinciale della Coldiretti, che lo ha visto impegnato anche in qualità di presidente, e nell'ambito del credito cooperativo. Attivo, generoso e fortemente convinto del mandato professionale e sociale portato avanti, Cleonildo Bandini ha connotato il proprio operato per il forte legame, fondato su una genuina passione, con il mondo rurale e con l’imprenditoria agraria, testimoniandone quotidianamente il valore sociale, identitario ed economico. In questo triste momento ci uniamo al dolore dei Familiari, dei colleghi e degli amici. Giungano a loro i sentimenti di cordoglio e di vicinanza da parte dell’Amministrazione comunale di Forlì".

Ha suscitato commozione anche nel mondo della cooperazione romagnola la scomparsa di Bandini. Il presidente di Confcooperative Mauro Neri e il segretario Mirco Coriaci, in rappresentanza dell’Associazione romagnola, esprimono così il loro cordoglio: “La scomparsa di Cleonildo Bandini ci addolora profondamente. Cooperatore da sempre, ha contribuito alla solidità e alla coesione del tessuto associazionistico e mutualistico del territorio. Nei tempi recenti è stato anche consigliere de "La Bcc". In ogni circostanza si è contraddistinto per lo spessore umano e le qualità professionali, per la passione e la generosità con cui si è sempre speso per il bene comune".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha guidato la Coldiretti per 5 anni, muore una colonna portante dell'associazione

ForlìToday è in caricamento