rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

E' morto Ubaldo Marra, per anni alla guida dei servizi di trasporto pubblico

La sua attività politica si è snodata soprattutto nel campo del servizio di trasporto pubblico, prima come presidente di “ATR- Azienda trasporti romagnoli”, poi “E.bus spa”, “AVM -Area Vasta Mobilità Spa” e da ultimo come consigliere di "Start Romagna"

E' deceduto nella giornata di giovedì Ubaldo Marra, noto esponente del Partito democratico forlivese. Marra, nativo di Foggia, aveva 56 anni ed è morto al termine di una lunga malattia. Laureato in giurisprudenza all'Università di Bologna, è stato esponente della sinistra del Partito Repubblicano Italiano a Forlì, confluì nei Democratici di Sinistra e da qui nel Pd. E' stato assessore nella giunta di Giorgio Zanniboni. La sua attività politica si è snodata soprattutto nel campo del servizio di trasporto pubblico, prima come presidente di “Atr- Azienda trasporti romagnoli”, poi amministratore unico di “E.bus spa”, responsabile di "Setram", quindi come presidente della società di trasporti “Avm -Area Vasta Mobilità Spa” e da ultimo come consigliere di "Start Romagna".

Il sindaco di Forlì Davide Drei partecipa commosso al dolore dei familiari e degli amici: “Sempre costruttivo, dinamico, entusiasta dei progetti e delle idee in cui credeva e per le quali ha profuso grandi energie: Ubaldo Marra è stato per anni un punto di riferimento della nostra comunità come uomo delle istituzioni, dell’associazionismo, della cittadinanza attiva. Lo ricordiamo per la passione e la determinazione, abbinate a modi gentili e a una innata simpatia, con i quali ha portato avanti gli impegni al servizio del territorio, come Consigliere comunale, Assessore di Forlì e anche con ruoli di responsabilità in diverse società pubbliche, particolarmente nel campo della mobilità. Egli ha connotato la sua identità personale con i caratteri della partecipazione consapevole fondata prima di tutto sui valori, con una capacità naturale di dialogo e relazione. Avvocato di formazione, Ubaldo è riuscito a portare la sua energia in differenti settori, dall’organizzazione dei servizi per i cittadini alla cultura, dallo sport alla solidarietà. Mi piace ricordare proprio che numerosi sono stati i progetti ai quali ha collaborato sia come volontario di base, sia assumendo responsabilità primarie come nel caso dell'associazione impegnata in aiuto ai meninos de rua. In questo triste momento, a nome della Giunta, del Consiglio e dell’intera Amministrazione comunale, esprimo sentimenti di cordoglio e di vicinanza alla moglie Antonella, ai figli Carlo e Umberto, ai familiari e a tutti coloro che hanno condiviso con Ubaldo esperienze professionali, di attività politica e di amicizia”

Il parlamentare Marco Di Maio lo ricorda così: "Ho conosciuto Marra fin dai primi momenti in cui mi sono affacciato alla politica. Ne ho sempre apprezzato la vivacità, la curiosità, la franchezza. Non sempre ci siamo trovati d'accordo e sulle sempre posizioni, ma ci siamo sempre rispettati e - almeno per quanto mi riguarda - stimati. Sapeva preservare le relazioni umane anche nei momenti in cui le divisioni e le discussioni interne erano più aspre, una qualità non diffusa in politica. Con Ubaldo perdo un amico, una persona perbene. Alla famiglia, in un momento di così profondo dolore, esprimo tutta la mia personale vicinanza".

Messaggio di cordoglio anche dal Partito Democratico Forlivese, che "si unisce al dolore della famiglia di Marra e dei suoi cari. Profondamente commossi per la perdita di un amico, manterremo vivo il ricordo della grande passione politica e civica e della gentilezza, correttezza e desiderio di conoscere che sempre l'hanno contraddistinto". "Ubaldo - ricorda il gruppo consiliare del Pd - è stato per anni un serio ed ottimo amministratore della nostra città.  Uomo che nelle istituzioni ha saputo ricoprire il suo ruolo con orgoglio e passione, senza mai scadere nell’arroganza del potere. Sempre presente nella vita politica della nostra città ha in ogni occasione coltivato il lato umano che dovrebbe sempre fondare l’impegno civile e politico. La scomparsa di Ubaldo ci lascia certamente un grande vuoto ma pure tante riflessioni sul futuro e con queste l’esempio di un impegno politico fatto in un modo serio, coraggioso, profondo e gentile". 

"Ubaldo era un grande amico, e per tanti anni è stato per me un compagno di strada. Per Forlì, è una grossa perdita - afferma Bruno Molea, vice capogruppo alla Camera di Scelta Civica -. E' stato amministratore attento e presente, e spesso ci siamo trovati a fare analisi e a occuparci delle vicende forlivesi, indipendentemente dai nostri ruoli. Ma ancora e molto prima della vita politica, che pure ha pensato a saldare il nostro rapporto anche se da sponde diverse - lui repubblicano, io socialista -, noi siamo stati amici. Di quelli che crescono insieme nella prima vera maturità e si vogliono bene. Ecco, per me è stato un compagno di strada e un sincero amico, e credo che Forlì abbia appena perso una figura importante, onesta e brillante, che ancora avrebbe potuto dare tanto alla città. Sono vicino alla moglie Antonella e ai figli. Ciao, Ubaldo".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto Ubaldo Marra, per anni alla guida dei servizi di trasporto pubblico

ForlìToday è in caricamento