menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Postcards, cartoline da Forlì": le immagini più belle della città al foyer del Fabbri

"Queste foto mostrano l'amore dei forlivesi per la propria città, la passione e la ricerca di angoli di bellezza da condividere con altri forlivesi".

"Queste foto mostrano l'amore dei forlivesi per la propria città, la passione e la ricerca di angoli di bellezza da condividere con altri forlivesi. Siete un fenomeno virale. Per questo come Amministrazione abbiamo voluto dare spazio e sottolineare l'importanza di questo evento e ci sentiamo di dire grazie ai forlivesi che ci fanno vedere la città da un nuovo punto di vista". Così il vice sindaco Veronica Zanetti ha presentato la mostra "Postcards, cartoline da Forlì" ospitata al Ridotto del Teatro Diego Fabbri. Venti foto (tutte finaliste del concorso 'Votalafoto' bandito nel 2015 in collaborazione con Forlìtoday) scattate dai forlivesi e pubblicate sul gruppo Facebook "Fotografiamo Forlì", che raccontano una Forlì inedita, ricca di sfumatore e suggestioni che solo che ci vive riesce a catturare. L'esposizione è stata ideata dalla giornalista Roberta Invidia, in collaborazione con i pittori Alfonso e Nicola Vaccari amministratori del gruppo.

"Il nome della mostra ce lo hanno suggerito gli stessi forlivesi - dice Roberta Invidia -. La forza espressiva e l'emozione che queste immagini trasmettono le fanno apparire come sorte di cartoline virtuali sulle quali i forlivesi sono orgogliosi di scrivere "Saluti da Forlì". L'intento è stato poi quello di togliere le foto dall'effimero delle timeline di Facebook per farle tornare fruibili e visibili al maggior numero di persone possibile anche nel mondo reale. Da qui l'idea di una mostra itinerante".

La mostra sarà visibile al Ridotto fino alla fine della programmazione del teatro cittadino (nel corso di tutte le iniziative del Centro e della stagione teatrale) grazie alla collaborazione con il Centro Diego Fabbri. "Per noi - dice Paolo De Lorenzi direttore del Centro - è stato un onore ospitare questa esposizione che ci ha catturati per l'intensità e la bellezza delle foto raccolte. Le immagini sono il racconto della città fatto dagli stessi forlivesi e questo è un altro elemento che la rende interessante. Come Centro siamo aperti alle contaminazioni. Non solo alla cultura teatrale ma anche ad altre forme di espressione come la fotografia e contiamo di aprire il Ridotto ad altre esposizioni".  "Il Foyer - ha detto Alfonso Vaccari - dovrebbe aprirsi anche alla pittura. Sarebbe un posto perfetto per ospitare mostre di giovani artisti emergenti".

Altre esposizioni infatti seguiranno come annuncia l'assessore alla Cultura Elisa Giovannetti, grande esperta di fotografia, che ha ricordato come Forlì stia puntando molto sulla fotografia (esempio più importante è stata la mostra di Steve McCurry) e altri eventi dedicati alla fotografia stanno per arrivare al San Domenico. "Questa iniziativa - ha detto - si inserisce in un filone che per noi è molto importante".

A breve sarà bandita la seconda edizione del concorso, che si chiamerà "Cartoline da Forlì" e che selezionerà altre venti foto che diventeranno una nuova mostra itinerante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento