menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Motociclisti 'indisciplinati'? Per loro arrivano i guard rail sicuri

Il Passo della Calla una pista per motociclisti? Le polemiche non si placano dopo l'intervento della Guardia Forestale che ha visto il controllo di 250 moto

Il Passo della Calla una pista per motociclisti? Le polemiche non si placano dopo l'intervento della Guardia Forestale che ha visto il controllo di 250 moto, con il ritiro di 20 patenti e 5 fermi. E quando arriveranno i nuovi guard rail, finalmente sicuri per i centauri, saranno un incentivo ad andare più veloci? Mette subito i puntini sulle i l'assessore provinciale alla sicurezza, Gianfranco Francia: “Non va fatta di tutta l'erba un fascio, quella dei motociclisti è una categoria debole e e facile da attaccare”.

Si erige in difesa dei centauri l'assessore che specifica: “Certo, come in ogni ambito, c'è chi ha comportamenti scorretti, ma queste sono persone così di natura, che non vanno associate alla categoria motociclisti. I controlli effettuati sono assolutamente legittimi ed anche le pattuglie della Polizia Provinciale controllano le aree del Parco, proprio per tutelarne la fauna ed evitare disturbo causato dai mezzi ai visitatori”.

Dunque sull'impegno della Provincia a sostituire i vecchi guard rail, con quelli di nuova generazione nei tratti più pericolosi delle strade provinciali, non ci sono ripensamenti. “L'operazione – sottolinea Francia – va abbinata ad una buona informazione per tutti gli utenti della strada, affinchè il Parco delle Foreste Casentinesi sia luogo per gite e non una pista per le corse. L'educazione stradale prevede anche corsi di guida sicura, tenuti in collaborazione con la Federazione motociclisti italiani”.

Il percorso per la messa in sicurezza delle strade provinciali, però, va a rilento e l'assessore si lamenta della troppa burocrazia: “Le omologazioni per i nuovi guard rail ancora non ci sono, entro fine anno dovrebbe essere pronta la normativa comunitaria che stabilisce i criteri di sicurezza. Il ministero ancora non rilascia le autorizzazioni sui prodotti che abbiamo presentato a Roma, direttamente con i fornitori. Siamo costretti ad aspettare”.


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Scroccadenti romagnoli, uno tira l'altro: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento