menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mesto addio al secondo naufrago, Antonio Fabbri

Si è tenuto mercoledì pomeriggio il mesto rito di addio ad Antonio Fabbri, il naufrago 50 enne morto tragicamente il 15 luglio scorso, dopo una battuta di pesca finita male

Si è tenuto mercoledì pomeriggio il mesto rito di addio ad Antonio Fabbri, il naufrago 50 enne morto tragicamente il 15 luglio scorso, dopo una battuta di pesca finita male. Il suo corpo è stato ritrovato il giorno seguente in mare, era morto nell'immediatezza del ribaltamento della barca perché non sapeva nuotare e vano è risultato il tentativo del collega di raggiungere un salvagente per darglielo.

I funerali sono stati celebrati da don Davide Brighi, nella parrocchia di Villanova. Siccome Fabbri non aveva parenti o familiari la parrocchia si è accollata i costi del funerale. "Sono andato personalmente alle pompe funebri", testimonia don Brighi. L'organizzazione delle esequie stata dunque in mano alla Caritas parrocchiale. "In tanti hanno manifestato la loro solidarietà e vogliono fare offerte per coprire i costi", racconta il parroco. Quelle stesse persone, oltre ad alcuni amici, hanno composto la piccola folla di alcune decine di persone che hanno salutato Fabbri.

 

Lunedì c'era stato il saluto estremo a Luca Ortoveri, 33 anni, l'ultimo corpo ritrovato senza vita, in seguito alla tragedia. L'unico sopravvissuto è Omar Lacchini, ritrovato stremato ma ancora in vita

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento