menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Neve a Forlì, trattori con lame alzate. Dedalo risponde ai cittadini

"Da un punto di vista operativo tutti gli operatori delle lame hanno l'ordine di girare a lama abbassata anche nei quartieri, ma ci sono da considerare anche due aspetti da considerare"

Dedalo, attuatore ed esecutore dell'appalto del Global Service, fa il punto sulla pulizia delle strade in città. In una nota è stato specificato che nella nottata tra giovedì e venerdì “la struttura ha messo sul territorio 2 mezzi potenziati per rimuovere lo spesso strato di ghiaccio che si è creato a seguito dell'abbondante nevicata e le rigide temperature, subito dietro ad ognuno di questi mezzi abbiamo dirottato 3 lame di grandi dimensioni per pulire lo strato rimosso”.

INTERVENTO STRAORDINARIO - Quindi c’è stato il passaggio dei “spargisale per cercare di mantenere lo stato decente dell'arteria oggetto dell'intervento, in questo modo sono stati puliti e liberati l'anello della circonvallazione che porta all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano, vale a dire viale dell'Appennino e viale del Partigiano. Stessa procedura anche lungo via Campo di Marte, viale Gramsci, via Campo degli Svizzeri e via Bertini. In mattinata si è lavorato su viale Roma e sono in programma interventi su via Ravegnana e tutti i grandi assi”. Tutte le procedure sopra descritte sono state scortate dalla polizia municipale per garantirne la celerità e la sicurezza operativa.

RICHIESTE D’INTERVENTO – “Tutte le altre lame a disposizioni sono rimaste sul territorio ad operare fino alle 7 del mattino, mentre non si sono fermate le 6 lame a supporto dei mezzi scarificatori e gli spargisale”. Con le nuove nevicate, continua Dedalo, “abbiamo previsto l'uscita di tutte le lame a partire dalle 14, mentre gi spargisale continueranno ininterrottamente e saranno in 7 piuttosto che in 3. Nelle ultime 24 ore ci pervengono al call center diverse richieste di intervento nelle per le strade e stradine secondarie, la struttura da ieri ha potenziato il numero di bobcat sul territorio, ed ha aggiunto diverse pale caricatrici per lavorare sulla viabilità secondaria, la presenza del manto ghiacciato e la mancanza di spazio per l'accumulo della neve stessa allunga i tempi di intervento, compatibilmente con riusciremo a coprire tutto il territorio”.

LA POLEMICA DELLA LAME ALZATE - “Ci arrivano inoltre alcune segnalazioni riguardo l'avvistamento di alcuni mezzi operativi che percorrono alcune arterie a lama alzata – continua ancora Dedalo -. Da un punto di vista operativo tutti gli operatori delle lame hanno l'ordine di girare a lama abbassata anche nei quartieri, ma ci sono da considerare anche due aspetti, uno di carattere burocratico, in quanto tutte le lame sono autorizzate ad operare solo ed esclusivamente sulle strade di competenza comunale, quindi nello spostamento fra un quartiere e l'altro se si trovano ad attraversare una provinciale o una statale sono obbligati ad alzare la lama, l'altro aspetto di carattere tecnico è che le lama hanno un dispositivo di sicurezza per salvaguardare i contraccolpo all'operatore, che fa ribaltare la lama in giù nel caso in cui picchia contro un ostacolo, che possa essere un tombino, un dosso, un cordolo, o un oggetto inatteso, pertanto in una situazione di strade coperta da lastre di ghiaccio irregolari, il tenere la lama abbassata, oltre a non avere le caratteristiche meccaniche per rompere il ghiaccio, farebbe un lavoro inutile in quanto sarebbe perennemente ribaltata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento