rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Santa Sofia

Oltre 30 centimetri, primo pieno di neve per la Campigna: attesa per l'apertura degli impianti da sci

Un manto nevoso superiore ai 30 centimetri nelle cime più alte dell’Appennino Tosco-Romagnolo, regalando un paesaggio natalizio ed un'atmosfera fiabesca ovattata

La seconda ondata di aria fredda, giunta direttamente dall'Artico, ha portato una nuova fitta nevicata sul crinale forlivese. Una neve copiosa copre i sentieri e gli alberi del Parco delle Foreste Casentinesi sopra i 1100 metri di quota. Un manto nevoso che supera abbondantemente i 30 centimetri nelle cime più alte dell’Appennino Tosco-Romagnolo, regalando un paesaggio natalizio ed un'atmosfera fiabesca ovattata. Era dal 2019 che il mese di dicembre non esordiva con così tanta bianca. Le immagini mozzafiato che arrivano dalle webcam e dai post pubblicati sulle pagine meteo su Facebook sono un autentico spot, favorendo le prime prenotazioni nelle strutture ricettive della zona, l'Hotel Granduca e l'Albergo Scoiattolo, che apriranno l'8 dicembre.

Sabato aprirà il rifugio "La Capanna", mentre, per quanto riguarda gli impianti, spiega Manuel Tassinari, noto maestro di sci e albergatore, "le condizioni sono molto buone e stiamo facendo di tutto per aprirli il prima possibile. Infatti bisogna attendere la solidificazione del fondo nevoso. Probabilmente domenica apriranno la pista da fondo e il campo scuola, mentre si potrà accedere all'area bob". Alla preparazione della pista va aggiunta anche la macchina organizzativa riguardante i controlli del green pass, "con un vero e proprio presidio covid. Può sembrare assurdo, ma ci sono più accorgimenti per l'apertura di un impianto di risalita, che è all'aria aperta, piuttosto che per un bar", si sofferma Tassinari.

Tra le misure anti-covid, uno skipass nominativo ed un identificativo per il controllo del green pass già precedentemente avvenuto al momento dei successivi passaggi nell'impianto di risalita. "Ma ci stiamo adattando e contiamo di aprire la stazione al completo per l'8 dicembre", tranquillizza Tassinari. Per gli automobilisti che sceglieranno la Campigna per una giornata sulla neve ecco un'importante annotazione: "E' necessario assolutamente disporre di pneumatici da neve o catene a bordo e, in caso di necessità, di montarle in corrispondenza del Passo della Calla. Così facendo si viaggia in sicurezza e si evitano altresì code e blocchi alla circolazione stradale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 30 centimetri, primo pieno di neve per la Campigna: attesa per l'apertura degli impianti da sci

ForlìToday è in caricamento