menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alberto Zattini, direttore Confcommercio Forlì

Alberto Zattini, direttore Confcommercio Forlì

Neve, anche il commercio in ginocchio. Ascom: "Chiedete lo stato di calamità"

Confcommercio Forlì, chiede lo stato di calamità per le imprese del commercio a seguito delle pesanti nevicati di questi giorni. Il commercio "sta vivendo un gravissimo stato di difficoltà ed emergenza"

Confcommercio Forlì, chiede lo stato di calamità per le imprese del commercio a seguito delle pesanti nevicati di questi giorni. "L’intero nostro comprensorio - fa notare Alberto Zattini, da poche settimane direttore dell'assocazione di categoria - sta vivendo un gravissimo stato di difficoltà ed emergenza che rischia di far tracollare le piccole e medie imprese del terziario e di tutto il comparto distributivo".

"Le fortissime nevicate, gli enormi disagi prodotti alla viabilità ed alla circolazione, culminati con la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado - aggiunge Zattini -, hanno di fatto causato anche il blocco totale delle attività del settore. L’inadeguatezza dei piani di emergenza, ad oggi purtroppo riscontrata, e le previsioni meteo dei giorni immediatamente successivi legittimano una ancora maggiore preoccupazione fra gli operatori".

Proprio per tutte queste ragioni Ascom Forlì invita tutte le Istituzioni, Prefettura, Provincia ed i Comuni del Comprensorio a "richiedere al Governo lo stato di calamità naturale, suggerendo nel contempo un’iniziativa governativa diretta a creare sin da adesso e preventivamente i giusti adeguamenti normativi che alleggeriscano il noto e notevole peso fiscale che le imprese già faticano a sostenere in condizioni di “crisi normale”, quali, a mero titolo di esempio, correttivi allo strumento presuntivo di accertamento, meglio conosciuto come studio di settore".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento