menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Neve, residenti pronti a fare causa: "Non siamo cittadini di serie B"

"Ho dovuto trainare le auto dei miei vicini con il trattore per aiutarli a rincasare". Fabio Tommasini, portavoce del gruppo di cittadini

“Ho dovuto trainare le auto dei miei vicini con il trattore per aiutarli a rincasare”. Fabio Tommasini, portavoce del gruppo di cittadini che si sta organizzando per fare causa alle amministrazioni comunale e provinciale, spiega la scelta di questo percorso, che avrà inizio mercoledì, con un incontro proprio a Casemurate, luogo del disagio. “Ancora non so in quanti saremo, mercoledì sarà presente anche l'avvocato Massimiliano Baccilieri, che ha lo studio a Bologna”.

Ecco i motivi per cui c'è la volontà intraprendere questa battaglia: “Siamo un gruppo di cittadini che abitano in via Serachieda, a Casemurate. Mercoledì 1 febbraio, quando è cominciato a nevicare abbiamo chiamato verso sera Global Service per segnalare che la nostra strada non era stata pulita. Ci è stato risposto che prima ci si concentrava sulle vie principali, poi su quelle secondarie. Ma noi non siamo cittadini di serie B”. Nei giorni seguente lo spazzaneve è passato con regolarità.

Il secondo problema, segnalato dai residenti, riguarda lunedì 6 febbraio: “La strada era di nuovo coperta da mezzo metro di neve, a causa del forte vento soffiato domenica – spiega Tommasini – abbiamo di telefonato in diversi e ci è stata data la stessa risposta della volta precedente. Addirittura ci hanno ringraziato della segnalazione. Forse non lo sapevano nemmeno. Lo spazzaneve è arrivato solo la mattina seguente bloccandoci in casa per tutta la giornata di lunedì. Qualcuno era riuscito ad uscire al mattino presto, ma non era più in grado di rincasare. Sono intervenuto con il mio trattore”.


Questi i motivi per cui nel volantino che circola viene 'pubblicizzata' una raccolta di adesioni per promuovere una causa civile di gruppo indirizzata alle amministrazioni comunale e provinciale “per la richiesta danni relativa ai disagi subiti. Non ci importa delle spese legali, vogliamo difendere i nostri diritti, perchè non esistono cittadini di serie A e di serie B”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento