menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova tormenta nel Forlivese e paura terremoto

Continua a nevicare intensamente su tutto il Forlivese dopo la bufera di sabato. Sono almeno 10 i centimetri caduti in città tra sabato notte e la prima mattinata di domenica, ma il dato è destinato ad esser aggiornato

Continua a nevicare intensamente su tutto il Forlivese dopo la bufera di sabato. Sono almeno 10 i centimetri caduti in città tra sabato notte e la prima mattinata di domenica, ma il dato è destinato ad esser aggiornato. I fiocchi continuano a cadere con forte intensità, accompagnati da forte vento e temperature sotto zero. E come se non bastasse c'è stata alle 8.48 una scossa di terremoto di magntiudo 3.3 con epicentro nel Cesenate, ma avvertita anche nel Forlivese.

VIABILITA' E SPALATORI - Gli spazzaneve ed i mezzi spargisale continuano a lavorare alacremente, garantendo così la transitabilità (sempre con catene o gomme termiche) sulla viabilità principale. Resta invece problematica la situazione sulle strade interne, trasformate in autentiche piste di ghiaccio. Sono in azione da domenica mattina piccole squadre di volontari spalatori, coordinate da un Assistente Civico. Il ritrovo c’è stato alle 9.30. Il prossimo è in programma alle 14.30 all’ingresso del Municipio di via delle Torri n.13. L’invito è rivolto a persone in buone condizioni di salute che devono presentarsi muniti di pala (a chi non l’ha ne verrà fornita una).

L'APPELLO DEL SINDACO - “La partecipazione – spiega il Comune - è da intendersi come gesto di alto senso civico nei confronti della città e dei cittadini, è di carattere assolutamente volontaristico e gratuito. Per informazioni, telefonare al numero 0543.712449”. Il primo cittadino, Roberto Balzani, proprio attraverso ForlìToday, aveva lanciato un appello ai forlivesi affinchè non uscissero in strada con l'auto. Poi un altro appello, questa volta ai volontari, affinchè si rendano disponibili a collaborare con l'Amministrazione comunale per la pulizia dei marciapiedi.

RAFFICA DI ORDINANZE - Alla luce di questa seconda copiosa nevicata, il sindaco Roberto Balzani ha deciso di chiudere le scuole anche per lunedì, con l'obiettivo dichiarato di provare a riportare ad uno stato vicino alla normalità già a partire da martedì 14 febbraio, giorno di San Valentino. Nel frattempo gli autobus saranno gratuiti fino a lunedì.  Quindi ordinanze a raffica: oltre che per scuole, la chiusura dei cimiteri e gli obblighi di catene e assetti anti-neve estesi fino a martedì, nonchè la soppressione di tutti i mercati per la giornata di lunedì.

VALLATE - Resta critica la situazione nella vallate, sepolte dalla neve. In azione nei paesi Vigili del Fuoco, Esercito, Aeronautica e volontari, che hanno affiancato il personale di comuni e provincia per assistenza ai bisognosi. Sabato mattina si è anche svolto un vertice provinciale sulla situazione dell'intero territorio, alla presenza del presidente della Regione, Vasco Errani, del prefetto Angelo Trovato e delle massime istituzioni locali, assieme alla Protezione civile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento