menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Neve, si cerca di ripristinare la raccolta dei rifiuti

Non è ancora finita l’emergenza neve che sta interessando la Romagna. Hera sta massimizzando gli sforzi per recuperare quanto non è stato possibile fare nei giorni scorsi a causa dell’eccezionale nevicata

Non è ancora finita l’emergenza neve che sta interessando la Romagna. Hera sta massimizzando gli sforzi per recuperare quanto non è stato possibile fare nei giorni scorsi a causa dell’eccezionale nevicata. “Desidero ringraziare tutti i cittadini, le autorità locali, la protezione civile, l’esercito e i nostri dipendenti per la collaborazione e l’attenzione dimostrata in questi momenti di grande difficoltà”, dichiara Franco Fogacci, Direttore della struttura operativa territoriale Hera di  Forlì-Cesena.

 Servizio Idrico -  Proseguono gli interventi del personale Hera per garantire il servizio gas alle famiglie dell’entroterra, nonostante le difficoltà legate all’impraticabilità delle strade e alle difficilissime condizioni meteo. A causa del perdurare delle difficili condizioni meteo soprattutto in Romagna, la Centrale Operativa di Pronto Intervento Hera di Forlì, a cui vengono segnalati i problemi su rete idrica e gas, sta continuando a farsi carico di un numero molto elevato di chiamate.

Per dare una risposta a tale eccezionale situazione, Hera ha potenziato il servizio di assistenza, attivando 160 linee telefoniche e ha aumentato considerevolmente gli operatori in servizio alla risposta.

Nonostante questo impegno, nei prossimi giorni, in vista del peggioramento delle condizioni meteo, potrebbero continuare a registrarsi alcune difficoltà di accesso al servizio, a causa dell’alto numero di chiamate contemporanee in arrivo. Ciò soprattutto con riferimento al servizio idrico, dal momento che la priorità nella risposta viene  data alle segnalazioni sul servizio gas, potenzialmente più critico.

Questi i numeri verdi per il pronto intervento: acqua e fognature servizio idrico, teleriscaldamento 800.713.900 e per il gas 800.713.666. Considerata la situazione di emergenza, Hera ricorda che potrebbero rendersi necessari più tentativi di chiamata prima di potere prendere la linea e raccomanda a tutti coloro che hanno già segnalato rotture o guasti, di non richiamare i numeri disponibili per non sovraccaricare le linee telefoniche.

Igiene Ambientale - Compatibilmente con la praticabilità delle strade, sono ripresi da lunedì i turni di svuotamento dei contenitori. Anche nella giornata di venerdì Hera sta procedendo con i propri mezzi ed i bobcat per ripulire i cassonetti dalla neve per permettere ai cittadini di raggiungere in sicurezza i contenitori e ripristinare il servizio di svuotamento.

Hera ringrazia “i cittadini per la collaborazione e l’attenzione che hanno dimostrato in questo momento di grande emergenza e li invita a continuare a farlo: purtroppo stanno cominciando a verificarsi diversi casi di abbandono di rifiuti, che oltre a creare problemi igienici, stanno rendendo più problematico o rallentando il lavoro di pulizia neve a fianco delle aree non ancora liberate”.

Hera invita i cittadini “a limitare i conferimenti allo stretto indispensabile, utilizzando le postazioni in cui sia possibile l’accesso dalla strada”. Si conferma, per ragioni di sicurezza e praticabilità, la chiusura temporanea di tutte le stazioni ecologiche del territorio provinciale e, per la sola giornata di sabato 11 febbraio, sarà chiuso anche il Punto Hera di Via Golfarelli 79/B; inoltre è rinviata a data da destinarsi la riunione serale, fissata per il 14 febbraio, per la presentazione del progetto di raccolta domiciliare nella Zona Cervese

Per informazioni, invitiamo i cittadini a rivolgersi al Call Center Hera 800.999.500 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 13; 199.199500 per le chiamate da cellulare, chiamata a pagamento con costo come da contratto telefonico del cliente), che sarà informato in tempo reale.

La sostituzione dei contatori e come proteggerli dal gelo - In merito alla situazione contatori, a venerdì sono pervenute 98 segnalazioni per danneggiamenti a causa del gelo (di cui 8 rotte da spalaneve) più 7 relative a idranti stradali rotti dal gelo, tutte risolte grazie al lavoro ininterrotto delle  squadre operative sin dalle primissime ore del mattino. Hera ricorda che i contatori “a rischio” sono quelli collocati all’esterno dei fabbricati, in locali non isolati o in abitazioni utilizzate raramente.

Per prevenire o ridurre il problema delle rotture dei contatori ubicati all’esterno dei fabbricati, è bene cercare di seguire i seguenti sei consigli utili:

- In presenza di contatori collocati nei bauletti o in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, se la temperatura esterna dovesse rimanere per più giorni al di sotto dello zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto fuoriesca un filo d’acqua. E’ sufficiente una modesta quantità, evitando inutili sprechi.

- I bauletti (o le nicchie poste all’esterno dei fabbricati), sportello compreso, debbono comunque essere opportunamente coibentati. Basta usare materiali isolanti, come ad esempio polistirolo o poliuretano espanso, facilmente reperibili presso rivenditori del settore edile. Per isolare in modo efficace, lo spessore dei pannelli deve essere di almeno 2,5 cm. I contatori in locali non riscaldati debbono a loro volta essere rivestiti con materiale isolante (sempre polistirolo, poliuretano espanso o materiali simili).

- Non avvolgere le tubature dell’acqua con lana di vetro o stracci: questi materiali assorbono acqua e possono addirittura peggiorare la situazione. Inoltre possono costituire un potenziale luogo di annidamento per insetti e sporcizia.

- Naturalmente ogni protezione deve comunque lasciare scoperto il quadrante delle cifre, per consentire agli incaricati Hera la lettura del contatore.

- Se i contatori sono in fabbricati disabitati, è consigliabile chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto.

- Con temperature particolarmente basse come quelle attuali e per lunghi periodi, infine, è possibile installare appositi cavetti scaldanti, alimentati elettricamente e dotati di termostato per contenere i consumi di energia.

I clienti sono responsabili della corretta custodia del contatore e, in caso di rotture o danni, sono invitati a dare immediata comunicazione all’Azienda telefonando al numero verde del pronto intervento per segnalazione di problemi sulle reti idriche 800.713.900, attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento