menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Norme anti-covid, in un mese oltre 100 multe. Clienti al banco a consumare: chiusi due bar

L'ultimo controllo risale a domenica scorsa, quando il personale in divisa ha scoperto all'interno di un bar dodici persone intente a consumare

Proseguono i controlli della Polizia Locale dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese finalizzati a verificare il rispetto delle norme anti-covid. Dall'inizio del mese gli agenti hanno identificato 700 persone ed elevato oltre 100 sanzioni, per la precisione 102, tra mancato uso della mascherina protettiva e violazione del coprifuoco (il decreto legge prevede infatti che dalle 22 alle 5 gli spostamenti avvengano per motivi di necessità come lavoro o salute). Negli ultimi giorni, coordinati dalla Prefettura, sono stati intensificati anche i pattugliamenti all'esterno degli istituti scolastici, anche in questo caso con lo scopo di evitare la formazione di assembramenti, specie in corrispondenza delle fermate degli autobus.

Capitolo locali: oltre ad aver partecipato in supporto alla Polizia di Stato al controllo del ristorante di La Caserma sanzionato per aver aperto in occasione della mobilitazione "Io apro" nata sul web, gli agenti della Polizia Locale hanno sanzionato i titolari di due bar per aver accolto i clienti: verbale per gli esercenti di 400 euro e chiusura dell'attività per cinque. Stessa contravvenzione anche per gli avventori presenti. L'ultimo controllo risale a domenica scorsa, quando il personale in divisa ha scoperto all'interno di un bar dodici persone intente a consumare.

Le prospettive

L'Emilia Romagna è in zona "arancione", ma vede la "promozione" in "giallo". Grazie alla riduzione dei contagi e dei ricoveri, l'indice di trasmissibilità, l'Rt regionale, è sceso sotto l'1: venerdì scorso era a 0.97 rispetto all'1.13 del precedente monitoraggio. Va ricordato che le nuove soglie di rischio fissate dall'ultimo Dpcm del Governo prevedono la zona arancione con un Rt al di sopra di 1 e rossa al di sopra di 1,25, e che per scendere alla fascia di rischio inferiore bisogna avere per almeno due settimane consecutive un Rt inferiore al limite previsto.

L'Rt inferiore a 1 dovrà essere confermato anche nella settimana entrante, detto che vi sono poi altri parametri che la Cabina di regia nazionale e il ministero della Sanità valutano per l'assegnazione delle fasce di rischio alle regioni, a partire da quelli sul sistema sanitario (occupazione posti letto nei reparti Covid, in terapia intensiva). Venerdì si riunirà nuovamente la cabina di regia per fare il punto sull'epidemia e in quella circostanza saranno prese le decisione del caso. Salvo variazioni, i parametri dovrebbero esser tali da poter consentire nuovamente gli spostamenti tra un Comune e l'altro e la riapertura di bar e ristoranti fino alle 22.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento