menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università, corsi a numero chiuso: "Fermeremo il Rettore"

Il sindacato Degli Universitari dell'Alma Mater Studiorum contro il numero chiuso nei corsi di studio: "Il Rettore Ivano Dionigi continua a demolire l'assetto democratico dell'Alma Mater"

Il sindacato Degli Universitari dell'Alma Mater Studiorum contro il numero chiuso nei corsi di studio. "Il Rettore Ivano Dionigi continua a demolire l'assetto democratico dell'Alma Mater a un anno dall'approvazione del nuovo statuto - si legge in una nota del sindacato studentesco -. Attraverso "la mano armata" di Fiorentini si tenta di introdurre il numero chiuso nella grande maggioranza dei corsi di studio dell'ateneo (a cominciare da tutti quelli della Scuola di Ingegneria e Architettura) e di eliminare la garanzia dei 6 appelli d'esame minimi per ogni anno accademico".

La rappresentanza degli studenti del Sindacato Degli Universitari si sente "sotto attacco diretto ed esplicito, perché fino a quando sono esistite le Facoltà ha sempre osteggiato il disegno di Dionigi e dei suoi scagnozzi che prevede una sostanziale deregulation della didattica per lasciare gli studenti privi di mezzi di autodifesa contro qualsiasi sopruso da parte dei docenti". Sottolineano inoltre che "con la complicità di Student Office (emanazione di Comunione e Liberazione) è stata praticamente cancellata la rappresentanza degli studenti della Romagna e quella bolognese viene esclusa dalle discussioni importanti, volutamente circoscritte al Consiglio di Amministrazione".

"La complicità del corpo docente al piano di Dionigi verrà lautamente ricompensata in termini di punti budget per nuove assunzioni. I docenti, riducendo gli appelli e gli studenti, si vedranno alleggerire il proprio carico di lavoro ma non il proprio stipendio - tuona il Sindacato -. Il piano è banale quanto diabolico e siamo già stati avvisati: non si fermeranno a costo di passare sul cadavere nostro e del corpo studentesco tutto. Per tutti questi motivi sentiamo l'urgente necessità di informare i nostri colleghi sul "piatto" che gli si sta "cucinando" sulla testa. Invitiamo tutti coloro che vogliono opporsi alla fascistizzazione dell'Alma Mater a partecipare a una Notte Bianca di assemblea il 16 Novembre in occasione del 17, Giornata Internazionale degli Studenti".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento