menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Novena della Madonna del Fuoco, al duomo la veglia dei giovani

Il momento di spiritualità serale seguirà la consueta preghiera della novena e la santa messa, in programma alle 17.30 e alle 18.15, con predicazione affidata a suor Ornella Fiumana

Nel 2020, lungi dall’immaginare il dramma della pandemia che sarebbe esploso da lì a un mese, la Veglia dei Giovani si tenne il 31 gennaio sul tema “Maria Madre del Fuoco” e prese avvio dalla chiesa di San Biagio, con decine di fedeli che poi raggiunsero in processione il Duomo per la conclusione di rito davanti all’immagine della patrona. Quest’anno sono oltre 500 le adesioni al momento di preghiera mariano dedicato ai ragazzi, in programma venerdì alle 20.30, in Cattedrale nell’ambito della Novena della Madonna del Fuoco. La preghiera, intitolata “Attorno al fuoco per edificare una comunità di fratelli”, vedrà un numero limitato di giovani, circa 150, che potranno presentarsi fisicamente in Cattedrale: il grosso delle “forze fresche” intenzionate a raccogliersi attorno all’immagine della patrona celeste dei forlivesi, parteciperà alla veglia dalle rispettive parrocchie, grazie alla diretta trasmessa in streaming sul canale “youtube” della Pastorale Giovanile.

Il momento di spiritualità serale seguirà la consueta preghiera della novena e la santa messa, in programma alle 17.30 e alle 18.15, con predicazione affidata a suor Ornella Fiumana, dell’Istituto francescano della Sacra Famiglia di Cesena. La religiosa proseguirà nell’illustrazione della terza enciclica di papa Francesco, Fratelli Tutti, scritta nel suo ottavo anno di pontificato. Scorrendo il programma dei pellegrinaggi alla Madonna del Fuoco predisposto dalla Diocesi forlivese, venerdì, sesto giorno della Novena, tocca ai Vicariati Acquacheta e Val Bidente. “Visti i tempi – dichiara don Andrea Carubia, parroco di Pieveacquedotto, direttore del Centro diocesano Vocazioni e del Centro Diocesano per la Pastorale Giovanile – questa grande partecipazione annunciata per la Veglia dei Giovani, mi sembra un gran bel segno di speranza, ma anche una domanda da intercettare e decifrare. Speriamo di essere all’altezza dei nostri ragazzi”. La preghiera, che rientra nell’antico e collaudato rituale di preparazione alla festa patronale del 4 febbraio, sarà presieduta dal vescovo di Forlì-Bertinoro, mons. Livio Corazza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento