rotate-mobile
Cronaca

Ecco la nuova Livia Tellus Romagna: verso la società in house per la gestione dei rifiuti

A seguito dell'ingresso nella società pubblica degli altri 14 Comuni dell'Unione e dopo l'avallo del Consiglio Comunale di Forlì, avvenuto ai primi di luglio, giunge dunque a compimento l'operazione di trasformazione

"Siamo di fronte ad un passaggio fondamentale che traccia un nuovo perimetro amministrativo per la gestione strategica delle partecipazioni societarie, per la condivisione e l'ottimizzazione delle politiche sui servizi e dei progetti complessi, oltre che per il rafforzamento delle relazioni istituzionali tra Sindaci dell'Unione che parleranno da oggi ad un'unica voce e con un peso specifico ben più significativo rispetto alle società partecipate". Così il sindaco di Forlì e presidente dell'Unione dei Comuni, Davide Drei, a margine dell'assemblea dei soci di Livia Tellus Romagna Holding S.p.A., la holding delle partecipate societarie dei 15 Comuni dell'Unione Forlivese, che si è svolta venerdì mattina in Municipio a Forlì.

A seguito dell'ingresso nella società pubblica degli altri 14 Comuni dell'Unione e dopo l'avallo del Consiglio Comunale di Forlì, avvenuto ai primi di luglio, giunge dunque a compimento l'operazione di trasformazione della società originariamente del Comune di Forlì, in società dei Comuni dell'Unione della Romagna Forlivese, che avrà il compito di supportare l'attività di rappresentanza nelle società partecipate da tutti i Comuni, della loro razionalizzazione e di sviluppare nuovi servizi e strategie.

“La nuova Livia Tellus Holding costituisce lo strumento operativo attraverso il quale i sindaci dei Comuni della Romagna Forlivese potranno attuare e rendere fruibili ai cittadini i servizi per i quali è stata costituita l'Unione dei Comuni”, dichiara Nevio Zaccarelli, sindaco di Bertinoro e presidente del coordinamento dei soci. Nel corso dell'assemblea è stato eletto il nuovo Consiglio di Amministrazione in carica per il triennio 2015-2017 del quale fanno parte Gianfranco Marzocchi, in qualità di presidente, e Marzia Casadei, vicepresidente, già precedentemente in carica. Il terzo componente eletto nel nuovo organo amministrativo è Mario Russomanno.

Con un capitale sociale di oltre 234 milioni di euro, Livia Tellus Romagna Holding S.p.A. rappresenta lo strumento e la base di partenza per la realizzazione del progetto di gestione in house dei rifiuti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco la nuova Livia Tellus Romagna: verso la società in house per la gestione dei rifiuti

ForlìToday è in caricamento