Coronavirus, balzo dei contagiati nel Forlivese: contatti con positivi o rientri dall'estero

Non è più covid-free Castrocaro, dove si registra un contagiato, contatto stretto di un caso positivo. Si contano anche due casi a Meldola

Balzo importante di nuovi contagiati al covid-19 nella provincia di Forlì-Cesena. Nelle ultime 24 ore si conteggiano 17 casi in più. A Forlì se ne contano sei: due fanno riferimento a contagi intrafamigliari, altrettanti sono emersi su segnalazione del Medico di Medicina Generale, mentre altri due sono contatti stretti di caso positivo. Non è più covid-free Castrocaro, dove si registra un contagiato, contatto stretto di un caso positivo. Si contano anche due casi a Meldola: si tratta di due cittadini rientranti dall'estero, uno dall'Albania ed uno dal Senegal.

Complessivamente i casi attivi nel Forlivese sono 45, nessuno dei quali in stato di ricovero. Dall'inizio della pandemia hanno contratto il virus nel comprensorio di Forlì 1.036 persone, dato che comprende 110 morti e 881 guariti. In provincia i casi totali sono 1.925, 1620 dei quali guariti (+1 rispetto al conteggio di domenica). Nel Cesenate, che ha registrato altri otto casi rispetto al precedente bollettino, i casi attivi sono 65, cinque dei quali ricoverati con sintomi. Nessuno si trova nei reparti di terapia intensiva. Le vittime totali da febbraio sono 195.

Commenta il sindaco di Castrocaro, Marianna Tonellato: "Purtroppo la notizia che non avremmo voluto ricevere, è arrivata. Abbiamo un nuovo positivo a Castrocaro Terme e Terra del Sole. Si tratta di un positivo da contatto stretto con altro positivo proveniente da Forlì. Le sue condizioni di salute sono comunque buone ed è in isolamento. Certamente non dobbiamo terrorizzarci, ma nemmeno abbassare la guardia. In particolare, come genitori dobbiamo vigilare sui più giovani, che hanno sofferto particolarmente la quarantena e ora vivono, per la maggior parte, come se il virus non esistesse. Attenzione quindi: la priorità rimane l’apertura delle scuole tra pochi giorni, e nulla deve mettere in pericolo questo obiettivo".

Anche Bertinoro, dopo poco più di un mese dall'ultimo caso di Coronavirus segnalato nel territorio (poi guarito), conteggia tre nuovi contagi: si tratta di tre giovani in isolamento domicilare, in condizioni stabili e con sintomatologia non allarmante. "Come per tutti i casi precedenti anche di questi nostri concittadini avremo un riscontro costante, consapevoli che la situazione potrà variare di ora in ora", afferma il sindaco Gabriele Antonio Fratto, che raccomanda tutti a "continuare ad attuare tutte le precauzioni igienico sanitarie e di distanza interpersonale di un metro".

Il caso discoteca

L'Ausl Romagna ha inoltre riscontrato un aumento delle positività di covid tra ragazzi che hanno partecipato ad una serata organizzata nella nottata tra il 15 e il 16 agosto alla discoteca "Le Indie" di Cervia. Informa l'azienda sanitaria locale: "Anche se l’indagine epidemiologica non consente di asserire con assoluta certezza che la circostanza in cui si sono verificati i contagi sia proprio quella serata, ed in via di massima precauzione, il dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl Romagna invita le persone che erano presenti a quella serata, ad effettuare un tampone gratuito, al fine di verificare l’eventuale positività al coronavirus. Una misura che ci si riserva di adottare anche qualora dovessero emergere altre situazioni analoghe".

Se sono residenti nel territorio dell’Ausl Romagna (province di Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini), è possibile inviare a seconda del territorio di riferimento, una mail riportando i propri dati anagrafici, il codice fiscale ed un numero di telefono al quale essere ricontattati; per informazioni è disponibile l'indrizzo mail profilassi.fo@auslromagna.it, oppure il numero 338.3045543 dalle 8:30 alle 18.

La situazione in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 31.031 casi di positività, 116 in più rispetto a domenica, di cui 57 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Dei 116 nuovi casi, 42 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 36 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono 25 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è pari a 26.

Su 59 nuovi asintomatici, 14 sono stati individuati attraverso gli screening e i test introdotti dalla Regione, 41 grazie all’attività di contact tracing mentre 1 caso è emerso dai test pre-ricovero e 1 non è ancora noto. Per quanto riguarda la situazione sul territorio, le province che presentano il maggior numero di casi sono Modena (25), Bologna (21), Reggio Emilia (18) e Ravenna (15). In provincia di Modena su 25 casi, 11 sono stati individuati grazie all’attività di tracciamento collegata a positività già note. Sono 7 i contagi rilevati in pazienti al ritorno da vacanze fuori regione (Sardegna), mentre sono 3 i casi di rientro dall’estero (Grecia, Spagna e Pakistan). È risultato positivo anche l’ospite di una Casa residenza per anziani, strutture nelle quali sono periodici i controlli, purtroppo deceduto. Infine 3 casi sono stati classificati come sporadici.

Nel territorio di Bologna su 21 nuovi contagi, più della metà (12) sono ricondotti al rientro da vacanze in Sardegna: in 7 occasioni si tratta di nuovi focolai, mentre 5 casi sono contatti di pazienti già noti. Dei rimanenti casi, uno è di rientro dall’estero (Spagna), 2 sono contatti familiari, 3 sono stati classificati come sporadici (di cui uno proveniente da un’altra regione) mentre per 3 casi sono ancora in corso accertamenti. A Reggio Emilia e provincia su 18 casi, la metà (9) sono legati alle vacanze in Italia: 5 nuovi positivi erano di ritorno dalle vacanze in Sardegna, 2 dalla Liguria e 2 dalla Riviera romagnola. Sono invece 4 i rientri dall’estero, e riguardano Spagna, Usa, Ucraina e Grecia. Dei rimanenti casi, 2 sono contatti di positivi già noti, uno è legato a un focolaio familiare, uno è stato individuato grazie agli screening per le categorie più a rischio e uno infine per la presenza di sintomi.

In provincia di Ravenna su 15 casi, di cui 9 asintomatici, quasi la metà (7) sono riconducibili a un unico focolaio, noto, relativo a una serata in una discoteca di Cervia: 6 dei nuovi positivi vi hanno partecipato, uno è un loro contatto. Un ulteriore caso è stato classificato come contatto di un positivo ricondotto a un altro locale della zona, mentre un caso è un contatto familiare e 2 hanno eseguito il tampone su richiesta del medico di famiglia alla presenza di sintomi. Sono infine 4 i rientri dall’estero: 3 dall’Albania e uno dal Giappone.

I tamponi effettuati domenica sono 5.019, per un totale di 832.101. A questi si aggiungono anche 2039 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a lunedì sono 2.139 (105 in più di quelli registrati domenica). Si registrano purtroppo due decessi: uno a Modena (di cui si è detto) e uno a Bologna. Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.049 (+100 rispetto a domenica), il 95% dei casi attivi. Restano stabili a 8 i pazienti in terapia intensiva, mentre salgono a 82 quelli ricoverati negli altri reparti Covid (+5 rispetto a domenica).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le persone complessivamente guarite sono 24.434 (+9 rispetto a domenica): 27 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.407 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.746 a Piacenza (+3, tutti sintomatici), 3.886 a Parma (+7, di cui 6 sintomatici), 5.320 a Reggio Emilia (+18, di cui 9 sintomatici), 4.308 a Modena (+25, di cui 9 sintomatici), 5.555 a Bologna (+21, di cui 15 sintomatici), 459 casi a Imola (+1, sintomatico), 1.171  a Ferrara (+2, entrambi sintomatici), 1.283 a Ravenna (+15, di cui 5 sintomatici) e 2.383 a Rimini (+7, nessun sintomatico).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, focolaio in una ditta di Forlì: i positivi sono undici

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Spara ad un fagiano, ma colpisce per sbaglio l'amico: lui perde un occhio

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento