menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo asfalto in via Ravegnana, appena posato e già "aperto" per nuovi lavori

Critica Orlandi: "Mi sono chiesto quale sia la logica che segue l'Amministrazione comunale (che piange miseria) nell'asfaltare una strada (che apparentemente non ne aveva bisogno) e poi estirpare l'asfalto appena posato"

Strada asfaltata e – quasi un classico – subito riaperta da da una ruspa. E' la protesta di Roberto Orlandi. Il 4 e 5 agosto è stata asfaltata via Ravegnana nel tratto fra il Foro Boario e Porta Mazzini. Quindi la sorpresa di Orlandi: “Domenica, passando a Porta Mazzini, ho notato un cantiere ancora in opera, e precisamente un escavatore che aveva divelto l’asfalto, quello posato due giorni prima”.

Critica Orlandi: “Mi sono chiesto quale sia la logica che segue l’Amministrazione comunale (che piange miseria e che ha aumentato le imposte perchè “priva di denaro”) nell’asfaltare una strada (che apparentemente non ne aveva bisogno) e poi estirpare l’asfalto appena posato. Peraltro posato parecchio alla buona; infatti almeno in certi tratti, sembra essere stato posato sopra quello precedente, con l’effetto di rendere il manto stradale pari a quello del marciapiede, sul quale (complice il forte avvallamento della strada) defluiranno le acque meteoriche, alle prime forti piogge, peraltro con il rischio di allagamento della stessa via Ravegnana, perchè anche diverse griglie di scolo sono state asfaltate”.


“Mi chiedo, a questo punto, quale grado di controllo eserciti il Comune sui lavori che appalta ed a quale livello di inettitudine nell’amministrare la cosa pubblica si sia arrivati, se sono possibili interventi del genere, realizzati in primarie vie di comunicazioni, senza che il Comune batta un colpo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento