rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Pnrr e appalti

Nuovo codice appalti, i sindacati: "Superare la logica del massimo ribasso"

Così i sindacalisti di Fenal, Filca e Fillea Giuseppe Meglio, Roberto Casanova e Antonella Arfelli

"Spiace apprendere dalla stampa locale che il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini prima ancora di sentire tutte le parti in causa, abbia già dato un parere favorevole al nuovo codice appalti". Così i sindacalisti di Fenal, Filca e Fillea Giuseppe Meglio, Roberto Casanova e Antonella Arfelli, aggiungendo come "da tempo, come sindacato di categoria del mondo delle Costruzioni in sinergia con i nostri livelli confederali, abbiamo avanzato richiesta di confronto per sottoscrivere un accordo sulla gestione degli affidamenti degli appalti di opere e lavori pubblici, finalizzato alla promozione della legalità, buona occupazione e sicurezza sul lavoro".

"I tavoli di confronto avviati hanno subito degli stop motivati dalla delegazione pubblica in quanto le richieste sindacali prevedevano troppi vincoli, vincoli sui quali noi insistiamo perché necessari alla qualità del lavoro negli appalti - proseguono -. Riteniamo che questo confronto, anche alla luce della nuova normativa, debba immediatamente riprendere e arrivare al più presto a compimento. E’ necessario infatti determinare nuove garanzie a fronte di un codice appalti che dà la possibilità di affidare senza gara pubblica fino a 5milioni e 380 mila euro, rendendo possibile una minore trasparenza della scelta ed aumentando il ricorso al subappalto, con possibile maggiore dumping contrattuale, compressione dei salari e delle tutele, riducendo la sicurezza".

"Noi riteniamo che il cambio di mentalità sia oggi, più di ieri, necessario - concludono -: Bisogna superare la logica del massimo ribasso impegnandosi ad affidare i lavori all’offerta economicamente più vantaggiosa, dove sia previsto l’obbligo dell’applicazione del contratto collettivo nazionale e territoriale in essere, sia prevista l’obbligatorietà da parte delle imprese dell’iscrizione del lavoratori agli enti bilaterali del territorio, sia verificata la regolarità contributiva, sia inserita la clausola sociale di responsabilità in solido da parte del committente. Auspichiamo dunque di trovare nelle nostre amministrazioni comunali la sensibilità concreta di tutelare il “Buon Lavoro” e la promozione della Legalità".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo codice appalti, i sindacati: "Superare la logica del massimo ribasso"

ForlìToday è in caricamento