Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Norme anti-covid, si cambia: novità su coprifuoco, centri commerciali palestre e matrimoni

Nello specifico, in corrispondenza dell'entrata in vigore del decreto legge, il coprifuoco in zona gialla scatterà dalle 23

Semaforo verde alle riaperture e graduale abolizione del coprifuoco. Il Consiglio dei ministri ha approvato all'unanimità il decreto sulle riaperture che "presumibilmente sarà già martedì in Gazzetta Ufficiale". Nello specifico, in corrispondenza dell'entrata in vigore del decreto legge, il coprifuoco in zona gialla scatterà a partire da mercoledì dalle 23; dalle 24 a partire dal 7 giugno, mentre è previsto il superamento totale dal 21 giugno. Per quanto concerne la ristorazione, dal primo giugno viene proposto il consumo al tavolo anche al chiuso, mentre la riapertura dei ristoranti al chiuso anche la sera dal 1 giugno.

Viene anticipata la riapertura delle palestre al 24 maggio. Restano confermate le riaperture a partire dal primo luglio di piscine al chiuso e centri benessere. Per quanto concerne centri commerciali, gallerie e parchi commerciali nelle giornate festive e prefestive, riapriranno dal 22 maggio, il primo weekend successivo al decreto legge. Novità per quanto riguarda la presenza di pubblico per tutti gli eventi e competizioni sportive: c'è l'autorizzazione dal primo giugno all’aperto e dal primo luglio al chiuso nei limiti già fissati (capienza non superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone all’aperto e 500 al chiuso), e non più limitatamente alle competizioni di interesse nazionale.

La riapertura di attività di parchi tematici e di divertimento è anticipata al 15 giugno, mentre le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò riapriranno dal primo luglio. Le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi riapriranno dall’1 luglio. I corsi di formazione pubblici e privati potranno riprendere in presenza dal primo luglio. Le attività in sale da ballo, discoteche e simili, all’aperto o al chiuso restano sospese. Le feste, comprese quelle dopo cerimonie civili e religiose saranno consentite dal 15 giugno, anche al chiuso. Agli ospiti sarà richiesto il pass. Cambiano i parametri delle zone rosse, arancioni e gialle: la guida non sarà più l'Rt, ma l'incidenza e il tasso di ospedalizzazione, sia in terapia intensiva che in area medica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Norme anti-covid, si cambia: novità su coprifuoco, centri commerciali palestre e matrimoni

ForlìToday è in caricamento