rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

In partenza un altro polo commerciale e terziario nella zona della fiera: 7 edifici per altri 16mila mq costruiti

Si tratta di un grande comparto di quasi 10 ettari, che verrà interamente urbanizzato con aree verdi, strade – di cui una strada tra via Punta di Ferro e via Ravegnana, parallela a via Bonaparte

Prende sempre più corpo una nuova area commerciale e terziaria nella zona di Pieveacquedotto, quella che il piano operativo della città indica vocata ai grandi insediamenti di commercio e servizi.  Mentre sono già in azione le ruspe per edificare la vasta zona compresa tra il casello autostradale e il centro commerciale 'Puntadiferro' che vedrà presto sorgere numerosi edifici in gran parte da destinarsi al commercio, negli uffici comunali è stato depositato il piano urbanistico definitivo per altri 7 edifici tra terziario e commerciale che troveranno spazio nell'attuale area coltivata tra via Ravegnana e via Punta di Ferro, lungo l'attuale parcheggio di fronte allo stabile della fiera e alle spalle del ristorante 'Le Querce'. Il progetto è esposto pubblicamente per eventuali osservazioni dei cittadini ed è stato avviato nel giugno 2021.

Si tratta di un grande comparto di quasi 10 ettari, che verrà interamente urbanizzato con aree verdi, strade – di cui una strada tra via Punta di Ferro e via Ravegnana, parallela a via Bonaparte e oltre 400 nuovi posti auto per parcheggi, in gran parte a uso delle nuove attività che andranno a insediarsi. La superficie fondiaria totale è di  95.690, in gran parte di proprietà della società Forum. La dotazione di aree per attrezzature e servizi pubblici copre un totale di 56.575 metri quadri, di cui 30mila metri circa di verde (è prevista anche una fascia boscata lungo via Ravegnana)

L'intervento edilizio vero e proprio è su 34.228 mq, con la possibilità di costruire edifici su una superficie coperta di 16.783 metri quadri, suddivisi secondo il progetto in 7 strutture: si parte da una più piccola di 407 di Superficie coperta da destinare a esercizio pubblico (bar, ristorante etc), più o meno di fronte al palafiera. Al centro,  due lotti indipendenti, ognuno dei quali di circa 3.000 mq di superficie coperta, da destinare a commercio per 2.500 mq di superficie di vendita non alimentare (per un totale di 5.000 metri destinati al commercio su due palazzi distinti). 

Un terzo lotto, delimitato dalla nuova strada parallela a via Bonaparte prevede la realizzazione di 4 edifici di 2.594 coperti con la possibilità di insediare attività terziarie. Le attività terziarie ammesse sono attività private espositive, fieristiche, congressuali, attività private culturali, sociali-ricreative, sportive (palestre) e di spettacolo e ballo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In partenza un altro polo commerciale e terziario nella zona della fiera: 7 edifici per altri 16mila mq costruiti

ForlìToday è in caricamento