menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ognissanti e commemorazione dei defunti, ampio programma di celebrazioni per la diocesi

Domenica 1° novembre, alle 9,15, al Cimitero Monumentale di Forlì, Messa per i bimbi morti prima di nascere, proposta dalla “Comunità Papa Giovanni XXIII”

E’ intenso e variegato il quadro delle celebrazioni nella Diocesi di Forlì-Bertinoro, legato alla Festa di Ognissanti e alla Commemorazione dei Defunti. Domenica 1° novembre, alle 9,15, al Cimitero Monumentale di Forlì, Messa per i bimbi morti prima di nascere, proposta dalla “Comunità Papa Giovanni XXIII”. Alla commemorazione, presieduta dal vescovo mons. Livio Corazza, parteciperà anche il sindaco di Forlì Gianluca Zattini. “E’ un momento di preghiera – si legge nel volantino diffuso dall’Associazione - per fare memoria di tutti i bimbi saliti in cielo prima di venire alla luce. Li riconosciamo tutti figli e fratelli, nella consapevolezza che ogni vita è sacra fin dal suo sorgere, generati da Dio a sua immagine e somiglianza per l’immortalità”.

Don Oreste Benzi, fondatore della Papa Giovanni XXIII nel 1969, teneva molto a questo appuntamento annuale: “Proprio il primo novembre del 2007 era atteso per la celebrazione, quando gli fu impedito di partecipare dai motivi di salute, che ne causarono poi la salita al cielo”. A Forlì, la preghiera del 1° novembre si qualifica come momento importante in favore della vita nascente. La Comunità, in rete con altre associazioni e con le istituzioni forlivesi, propone un sostegno alle donne in difficoltà con la gravidanza, di tipo relazionale, psicologico ed economico. “La Papa Giovanni – continua la nota - promuove il diritto alla vita fin dal suo concepimento, nonché il rispetto delle spoglie dei piccoli morti prima di nascere. Alla preghiera sono invitati in modo particolare i genitori e i famigliari che hanno perso il loro piccolo, per condividerne il dolore e trovare consolazione e pace nella misericordia del Padre, che a tutti dona la speranza del suo abbraccio eterno. Verrà posta una corona di fiori bianchi sul terreno che ospita le spoglie dei bimbi, in loro memoria”. Lunedì 2 novembre, alle 10 in Cattedrale, S. Messa di Commemorazione di tutti i defunti presieduta dal vescovo di Forlì-Bertinoro mons. Livio Corazza. Sempre lunedì, ma alle 18, don Enrico Casadio presiederà nella Basilica di San Mercuriale la 57° Messa dell'Artista, in memoria degli artisti ed esponenti culturali forlivesi scomparsi nell'ultimo anno.

La funzione è promossa dall'Associazione “Messaggio Musicale Federico Mariotti” e dal Comitato Pro Forlì Storico-Artistica, in collaborazione con la Società “Amici dell'Arte” e l'Istituto Musicale “Angelo Masini”, del Rotary Club Forlì e dell'Amministrazione comunale. La parte organizzativa fa capo a un comitato presieduto da Gabriele Zelli e composto da Paolo Bonaguri, Fausto Fiorentini, Flavio e Valeriano Pioppelli. Nel corso della celebrazione saranno ricordati gli artisti ed esponenti del mondo della cultura scomparsi dopo il 2 novembre 2019: Dino Amadori (promotore culturale), Aurelio Angelucci (attore), Gianfranco Bendi (scrittore), Pietro Canepa (scrittore), Vittorio Cantelmi (promotore culturale), Massimiliano Cardinale (cantante e corista), Sabrina Casadei (pittrice e artista), Roberto Casadio (pittore), Claudio Cavina (controtenore), Leonello Flamigni (giornalista e scrittore), Pier Giuseppe Flamigni (clarinettista, compositore e poeta), Fabrizio Fornasari (promotore culturale), Rosa Maria Mandis Mezzetti (promotrice culturale), Flavio Montanari (operatore culturale, già assessore al Progetto Giovani del Comune di Forlì), Loris Pasi (promotore culturale), Carlo Pasini (cantante), Antonio Piani (scrittore), Roberto Pistolesi (promotore culturale), Angelo Ranzi (pittore, scultore, incisore), don Enzo Ronchi (scrittore), Adriana Spazzoli (promotrice culturale), Roberto Tumedei (fotografo d'arte), Valter Fanco Valmori (promotore culturale) e Maria Luisa Zecchini (pittrice). Le parti corali della S. Messa sono affidate al Coro “San Filippo Neri” diretto dal maestro Paolo Bacca, Giordano Viroli (pittore). Canterà il soprano Marina Maroncelli e suonerà l'Orchestra dell'Istituto Musicale “Angelo Masini”, diretta dal maestro Fausto Fiorentini. Il programma musicale della Messa dell’Artista inizierà con un brano orchestrale di Georg Friedrich Händel da Fuga dall’oratorio “Il Messia”, al quale faranno seguito, all'Introito, il canto gregoriano “Gaudeamus”, al Kyrie un brano di Claudio Monteverdi (Messa a 4 voci) e l’Alleluia di Andrea Gabrieli. All'offertorio sarà cantata “Laudate Dominum” di Wolfgang Amadeus Mozart per soprano, coro e orchestra. Alla Comunione sono previsti i brani “Il Canto d’Israele” di Samuel Cohen e “Filiae Jerusalem” di Andrea Gabrieli per coro e orchestra. Concluderà la celebrazione il “Diligam Te Domine” dello stesso Gabrieli. Tutte le celebrazioni del primo e del 2 novembre si svolgeranno secondo le normative anti-Covid. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Come eliminare l'odore di fumo in casa: ecco i consigli

Attualità

"Non più soli", quattro posti alla Misericordia di Rocca San Casciano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento