Venerdì, 19 Luglio 2024
Turismo

Oltre mille persone allo "Slò Fest": "A Forlì cresce forte il desiderio di un turismo differente"

Oltre mille persone hanno partecipato alla sei giorni di eventi dove ospiti illustri del mondo del Viaggio si sono intervallati in sei diverse location della città e dell’entroterra

E' tempo di bilanci per lo "Slo’ Fest", la Settimana del Turismo Lento e Sostenibile. Una manfestazione, spiega Mattia Fiorentini, direttore artistico del Festival e membro del Circolo dei Viaggiatori InZir di Forlì, "che si è conclusa con una certezza: a Forlì cresce forte il desiderio di un turismo differente". Oltre mille persone hanno partecipato alla sei giorni di eventi dove ospiti illustri del mondo del Viaggio si sono intervallati in sei diverse location della città e dell’entroterra.

"Siamo molto felici della risposta che il pubblico ha dato allo "Slo' Fest" - prosegue Fiorentini -. Questa edizione è stata incentrata sulle persone, quelle che hanno fatto del viaggio lento e sostenibile una modalità di vita. Nel nostro territorio c’è fermento, voglia di fare attività ed esperienze volte a riscoprirlo. Queste proposte sono già in grado di coinvolgere turisti e viaggiatori lenti da tutta Italia”.

Slò Fest, edizione 2024

Durante il Festival sono intervenuti tra gli altri Gianluca Gotto, scrittore e nomade digitale, Andrea Caschetto, Ambasciatore del sorriso alle Nazioni Unite, Andrea Nonni, YouTuber di fama nazionale e Omar Conti, il Pianista sul Maggiolone. "A Forlì è presente una rete di associazioni, piccole realtà artigianali, guide e professionisti, capaci di far conoscere la nostra città e l’entroterra. Il polo museale è una grande eccellenza, ma non cadiamo nell’errore di pensare che il turismo forlivese sia tutto li - conclude Fiorentini -. C’è tanta voglia di uscire, scoprire e condividere esperienze.  La settimana del Turismo Lento e Sostenibile ne è stata la dimostrazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre mille persone allo "Slò Fest": "A Forlì cresce forte il desiderio di un turismo differente"
ForlìToday è in caricamento