Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Tragedia familiare: padre uccide la figlia disabile, poi tenta il suicidio

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con due ambulanze, l'auto col medico a bordo e l'elimedica arrivata da Ravenna

Tragedia familiare nel Meldolese. Forse dettata dalla disperazione. Un anziano padre ha impugnato un'arma da fuoco ed ha sparato contro la figlia disabile, uccidendola. L'uomo, Francesco Giacchini, pensionato di 73 anni, si è quindi rivolto l'arma contro nel tentativo di suicidarsi, rimanendo gravemente ferito. Ora lotta tra la vita e la morte all'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena, dove è ricoverato nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata. La sciagura, al vaglio dei Carabinieri della Compagnia di Meldola, si è consumata giovedì mattina intorno alle 8, in un'abitazione in via San Domenico.

LE SUE ULTIME PAROLE - Dopo l'omicidio vede la moglie e si spara

Il delitto si è consumato all'interno del garage, mentre la moglie dell'anziano e madre della vittima, la 44enne Elisa Giacchini, era in casa. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, padre e figlia (con problematiche sin dalla nascita) stavano attendendo un mezzo che accompagna la donna nella struttura assistenziale che la seguiva. Ad un certo punto ha tirato fuori l'arma, a quanto pare regolarmente detenuta, e premuto il grilletto contro la donna, uccidendola con un colpo alla testa. Quindi ha fatto fuoco contro di se alla bocca davanti agli occhi della moglie. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con due ambulanze, l'auto col medico a bordo e l'elimedica arrivata da Ravenna.

IL VIDEO - I soccorsi sul luogo del delitto

I sanitari hanno tentato di rianimare la donna, ma non c'è stato nulla da fare, non potendo fare altro che constatarne il decesso. Con il velivolo di soccorso è stato trasportato al Trauma Center dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena il padre della giovane vittima, che versa in gravi condizioni. E' ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione. E' formalmente accusato di omicidio volontario. Sul luogo del delitto sono intervenuti i Carabinieri meldolesi, col comandante di Compagnia Filippo Cini, il luogotenente Gino Lifrieri, alla guida del Nucleo Operativo e Radiomobile, il comandante provinciale, il colonnello Luca Politi, e il pubblico ministero di turno, Federica Messina.

IL VIDEO - I rilievi investigativi dei Carabinieri

Gli inquirenti sono al lavoro per chiarire le ipotesi del drammatico gesto. Tra queste non si esclude la possibile preoccupazione di un padre dall'età avanzata di non poter stare accanto nel futuro ad una figlia che aveva neccesità quotidiane di aiuto. Elementi sui quali sono in queste ore si stanno concentrando le indagini dell'Arma, che nelle prossime ore ascolteranno la moglie del pensionato e madre della 44enne, la signora Severina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia familiare: padre uccide la figlia disabile, poi tenta il suicidio

ForlìToday è in caricamento