menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex uccisa a coltellate, Manduca tace davanti al giudice

Ha scelto la via del silenzio Vincenzo Manduca, il 27enne forlivese che venerdì scorso ha assassinato la sua ex fidanzata, la 22enne Lisa Puzzoli, massacrata con un coltello

Ha scelto la via del silenzio Vincenzo Manduca, il 27enne forlivese che venerdì scorso ha assassinato la sua ex fidanzata, la 22enne Lisa Puzzoli, massacrata con un coltello da macellaio lungo più di 20 centimetri. Lunedì mattina si è svolta l'udienza di convalida davanti al giudice per le udienze preliminari Roberto Venditti, ma il giovane si è avvalso della facoltà di non rispondere. All'udienza era presente il pm Marco Panzeri, che ha chiesto la custodia cautelare in carcere.

Il giudice si è riservato di decidere. Venerdì scorso, il giovane si era recato a casa della ex e, indifferente alla presenza del fratello, l'ha uccisa a coltellate. Da tempo i due non vivevano più insieme. Alla base della rottura la nascita di una bimba che oggi ha due anni. Potrebbe essere stata la situazione riguardante l'affido della figlioletta di 2 anni la motivazione che ha scatenato la furia del 27enne.

Sembra infatti che Manduca nei mesi scorsi avesse chiesto attraverso il proprio avvocato al Tribunale di ottenere l’affido esclusivo della figlia e la decadenza della patria potestà della madre. Il giovane, nel ricorso, avrebbe specificato che la bimba avrebbe vissuto con lui a Santa Sofia. Non solo: la madre avrebbe avuto la possibilità di una stanza proprio nella stessa abitazione, forse un modo per riconciliarsi con la ex fidanzata.

Ma così non è andata. Il Tribunale dei Minori, il 14 novembre scorso, aveva deciso delle limitazioni nelle modalità di visite alla figlia. Manduca avrebbe potuto incontrarla solamente una volta a settimana, con il sostegno obbligatorio di uno psicologo e dei servizi sociali. Nella decisione del Tribunale, molto probabilmente, pesano le tre denunce per stalking e la pesante conflittualità tra i due genitori.

Un provvedimento che forse ha scatenato la furia omicida del 27enne. Dopo averla uccisa, il giovane si è recato nella piazza del paese e ha telefonato al 112, confessando il gesto. Intanto si attende l'esito dell'autopsia della ragazza, che chiarirà se è stata colpita con cinque o nove fendenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento