rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Forlimpopoli

Il Comitato No biogas incontra il sindaco per la sicurezza di San Pietro ai Prati

Sì è svolto lunedì l'incontro indetto dal Comitato no biogas. A questo incontro, che trattava di importanti problematiche riguardanti il territorio di S. Pietro ai Prati, erano stati invitati i rappresentanti di Arpa, del Consorzio di bonifica e del Comune di Forlimpopoli

Sì è svolto lunedì l'incontro indetto dal Comitato no biogas. A questo incontro, che trattava di importanti problematiche riguardanti il territorio di S. Pietro ai Prati, erano stati invitati i rappresentanti di Arpa, del Consorzio di bonifica e del Comune di Forlimpopoli.  I componenti del Comitato volevano informazioni sulla chiusura dello scolo Ausetta e sulle novità in merito alla richiesta di risarcimento per i cittadini che hanno subìto danni a seguito dell’esondazione di Febbraio.

Inoltre hanno chiesto al Consorzio di Bonifica di informare sulla manutenzione del sistema idrico ed esporre quali siano i progetti e gli interventi che si intendono adottare per ridurre i rischi di esondazione nella zona. Il geometra Claudio Spadazzi ha spiegato le varie problematiche riguardanti l’ente: "dalla Regione  - spiegano dal comitato - sono pervenuti fondi molto limitati per mettere in sicurezza e prevenire le varie criticità del territorio nelle province di Forli Cesena – Ravenna – Rimini, i pochi arrivati sono stati destinati in parte nella zona di Villafranca e Carpinello. I fondi per risanare parzialmente la zona forlimpopolese sono stati attinti dalla cassa del Consorzio che rinuncia all’acquisto di un escavatore e destina il denaro per risezionare il Canale Ausetta come in origine, da via Prati all’allaccio del Bevano. A tale proposito ci è stato comunicato che verrà inviata una raccomandata a tutti i residenti che hanno accesso alle loro proprietà tramite ponti sul canale, con la richiesta di regolamentare eventuali strutture non a norma adiacenti al canale e sullo scolo stesso. Se non ci saranno obiezioni da parte della Regione verranno installate alcune pompe per immettere l’acqua degli scoli principali nel Bevano".

Il sindaco Mauro Grandini si è impegnato "a far sbloccare la situazione della lottizzazione 'La casera' che comprende anche la chiusura, a carico del costruttore, della parte iniziale del canale Ausetta in Via Montanara Comunale, completando così la pista ciclabile in congiunzione con la già esistente in Via Prati. È stato richiesto che l’area non edificata della lottizzazione venga ripulita dallo stato di degrado e abbandono avvenuto in questi anni. Per quanto riguarda il problema acque verranno controllate le casse di espansione della nuova zona residenziale Melatello che potrebbero non aver funzionato correttamente nel febbraio di quest’anno. La situazione della riasfaltatura della via Prati è in stallo - chiariscono dal Comitato -: la Provincia si trova senza risorse economiche ed è in grado soltanto di rattoppare alcuni punti del manto stradale".

"Il Comune, al momento, ha fermato i lavori in attesa di reperire i fondi che, in aggiunta a quanto ora disponibile, permetterebbero un intervento più funzionale e un rifacimento completo del manto stradale.  - proseguono i rappresentanti del Comitato - I cittadini presenti hanno richiesto anche una messa in sicurezza di Via Prati con l’installazione di autovelox sui due lati affinché vengano rispettati dai mezzi in transito i limiti di velocità, cosa generalmente disattesa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comitato No biogas incontra il sindaco per la sicurezza di San Pietro ai Prati

ForlìToday è in caricamento