menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arriva l'ora legale, lancette avanti: insonnia e stanchezza le controindicazioni

Per adulti e bambini arriveranno le controindicazioni per quell'ora di luce in più: secondo scienziati e psicologi disagi emotivi e psicofisici colpiranno il 15% degli italiani

Giornate 'più lunghe' a discapito di un'ora il meno di sonno. Nella notte tra sabato e domenica scatta l'ora legale, che fino alla fine di ottobre prenderà il posto di quella solare.  Alle 2 del mattino le lancette dell'orologio andranno spostate un'ora avanti. Per adulti e bambini arriveranno le controindicazioni per quell'ora di luce in più: secondo scienziati e psicologi disagi emotivi e psicofisici colpiranno il 15% degli italiani.

Aumento del senso di fatica, emicrania e insonnia, sono solo alcuni dei sintomi che in molti accusano dopo il cambio dell'ora che sancisce definitivamente l'arrivo della primavera. Anche per i bambini  possono insorgere sonnolenza, malumori, inappetenza e irritabilità: il consiglio degli esperti è quello di stare all'aperto e fare sport

In tutti i paesi dell'Unione europea l'ora legale inizia l'ultima domenica di marzo e termina l'ultima domenica di ottobre.  Lo scopo dell'ora legale è quello di consentire un risparmio energetico grazie al minore utilizzo dell'illuminazione elettrica, inducendo un maggior sfruttamento delle ore di luce che sono solitamente "sprecate" a causa delle abitudini di orario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento