menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ordinanza contro lo spreco dell'acqua: attenzione alle multe

Visto il prolungato periodo di mancanza di piogge che impone di prestare grande attenzione al consumo dell'acqua potabile, anche il Comune di Santa Sofia ha emesso un'ordinanza sindacale

Visto il prolungato periodo di mancanza di piogge che impone di prestare grande attenzione al consumo dell’acqua potabile, anche il Comune di Santa Sofia ha emesso un’ordinanza sindacale per invitare i cittadini ad un uso responsabile di questo preziosissimo bene. Ritenuto infatti che la riduzione della capacità di produzione delle fonti idriche presenti sul territorio sia tale da richiedere l’adozione di specifica ordinanza per limitare l’impiego dell’acqua potabile per usi diversi da quelli domestici, il sindaco Flavio Foietta ha emesso una specifica ordinanza con cui chiede a tutti gli utenti di limitare il prelievo e il consumo dell’acqua derivata da pubblico acquedotto.
 
In particolare, fino al prossimo 30 settembre, sarà vietato l’utilizzo dell’acqua potabile per lo svolgimento di alcune attività: il lavaggio di aree cortilizie e piazzali; il lavaggio domestico di veicoli a motore; l'innaffiamento dei giardini, orti e prati; il riempimento di piscine, fontane ornamentali, vasche da giardino e il funzionamento di fontanelle a getto continuo.

 
Sono esclusi dagli obblighi della presente ordinanza i prelievi di acqua dalla rete idrica potabile per i servizi pubblici di igiene urbana e per tutte le attività economiche specificatamente autorizzate per le quali necessiti l’uso di acqua potabile. Gli ufficiali e gli agenti della forza pubblica sono incaricati di vigilare sull’osservanza delle disposizioni del presente provvedimento e i cittadini che non rispetteranno l’ordinanza potranno essere sanzionati a norma di legge nella misura compresa tra 25 € a 500 €, ai sensi dell’art 7 bis del T.U.E.L. n. 267/2000.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento