rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Ordinazione di don Erio a vescovo, il M5S: "Il Comune sborsa 6mila euro"

Un'elargizione di 6.000 euro per la cerimonia di nomina di Mons. Erio Castellucci a vescovo di Modena-Nonantola: è quanto ha devoluto il Comune di Forlì. A chiedere conto della spesa sono i consiglieri comunali Daniele Vergini e Simone Benini

Un'elargizione di 6.000 euro per la cerimonia di nomina di Mons. Erio Castellucci a vescovo di Modena-Nonantola: è quanto ha devoluto il Comune di Forlì. A chiedere conto della spesa sono i consiglieri comunali Daniele Vergini e Simone Benini del M5S. L'evento si è tenuto sabato 12 settembre 2015 al Palafiera, alla presenza di migliaia di fedeli.

I due consiglieri criticano un impegno di spesa di 6.000 euro sul capitolo “Unità Stampa ed Eventi Istituzionali” a parziale copertura dei costi organizzativi dell’evento legati all'affitto dei locali del Palafiera che in totale ammonterebbero a 18.000 euro iva esclusa”. “Come citato nella determinazione, la figura del Vescovo è sì riconosciuta nel DPCM del 14 aprile 2006 e successive modificazioni, come autorità che riveste carica pubblica, ma unicamente per quanto riguarda l’ “ordine di precedenza” nel protocollo cerimoniale di eventi istituzionali come parate o simili; nella normativa citata non vi è alcun riferimento relativo alla possibilità di destinare soldi pubblici a manifestazioni organizzate da terzi”.

Per questo i due consiglieri interrogano il sindaco “al fine di conoscere per quale motivo e secondo quale normativa la cifra di 6.000 euro è stata impegnata nel bilancio comunale per la suddetta iniziativa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinazione di don Erio a vescovo, il M5S: "Il Comune sborsa 6mila euro"

ForlìToday è in caricamento