menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fausto Checchi

Fausto Checchi

"Otello Buscherini", un 2011 davvero spumeggiante

Un 2011 spumeggiante per l’associazione “Otello Buscherini” di Forlì, impegnata nel tener vivo il ricordo del grande campione di motociclismo, nativo di Ca Ossi

Un 2011 spumeggiante per l’associazione “Otello Buscherini” di Forlì, impegnata nel tener vivo il ricordo del grande campione di motociclismo, nativo di Ca Ossi, scomparso il 16 maggio 1976 al Mugello. Il bilancio è positivo, proprio a partire dalle molteplici iniziative culturali che il sodalizio, presieduto da Luciano Sansovini, detto Righetto, ha intrapreso nel corso dell’anno ormai passato. Spicca la manifestazione tenutasi il 10 settembre scorso a Riccione per i quarant’anni dalla scomparsa di Angelo Bergamonti, mortalmente caduto il 4 aprile 1971 con la sua Mv Agusta durante la gara delle 350cc, valida per la Mototemporada Romagnola.


In quell’occasione, la “Otello Buscherini” ha collaborato alla presentazione del libro “L'Angelo Controvento”, scritto da Marco Tarozzi, edizioni Minerva. “La nostra associazione – precisa Righetto – pubblica sì libri e organizza incontri, ma partecipa anche a gare per moto d’epoca”. Ecco allora, sul versante prettamente sportivo, stagliarsi la vittoria del pilota forlivese Fausto Checchi nel Campionato Italiano Moto d’epoca classe 1200. Endurance e nel Campionato UEM (Union Europeenne Motocyclisme), in sella ad una Suzuki concessa dal “Team Federiconi Corse”. In sede di premiazione per il titolo iridato, Fausto ha dedicato il successo allo zio Sergio Checchi, un mito per i motociclisti forlivesi, scomparso nel 1972. Fausto Checchi corre anche nella “Cat. Gruppo 5 Epoca” con una prestigiosa Paton 500cc. Grandi prospettive anche per il 2012: lo stesso presidente della “Otello Buscherini” Sansovini, classe 1947, parteciperà al “Campionato Italiano Moto d’epoca” con una Kawasaki del Racing Team di Frighi Flavio. Dulcis in fundo, spicca il coraggio di un altro aderente della prima ora dell’associazione “Otello Buscherini”, Oreste Zaccarelli. Il cinque volte campione italiano della “Classe TT1 Moto d’Epoca” si cimenterà per l’ennesima volta nella classica nazionale delle due ruote d’un tempo, in sella ad una Suzuki 1000 di sua proprietà

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento