rotate-mobile
Guardia di Finanza

Ottiene oltre 150mila euro per progetti di ricerca, ma li usa per sanare debiti: imprenditore nel mirino della Guardia di Finanza

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l'impresa è stata destinataria di un credito di imposta di oltre 152mila euro per attività di ricerca e sviluppo

"Indebita compensazione". Con questa accusa la Guardia di Finanza di Forlì ha denunciato l'amministratore pro-tempore di un'azienda specializzata nel settore della fabbricazione di strutture metalliche. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l'impresa è stata destinataria di un credito di imposta di oltre 152mila euro per attività di ricerca e sviluppo, benefici che vengono riconosciuti alle aziende che effettuano investimenti per sviluppare innovazioni tecnologiche, sperimentare nuove linee di produzione o modificare le caratteristiche tecniche e funzionali di un prodotto. Tuttavia l'attività investigativa delle Fiamme Gialle ha permesso di accertare "la sostanziale inesistenza delle attività di ricerca e sviluppo dichiarate dalla società controllata". 

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la società non aveva mai svolto alcuna attività di sviluppo né, tantomeno, aveva mai eseguito progetti di ricerca aventi requisiti di “novità, creatività, replicabilità e sistematicità”, come previsti dalla normativa, rendendo, di fatto, “inesistenti” i crediti utilizzati a compensazione dei debiti erariali. L’amministratore pro-tempore, un 65enne della provincia, è stato, pertanto, denunciato alla magistratura.

"Le imposte non versate mediante l’utilizzo dei crediti inesistenti, invece, saranno oggetto di recupero e, una volta rientrati nella casse dell’Erario, verranno utilizzati per l’erogazione dei servizi a beneficio di tutta la comunità", spiegano dalla Finanza. L'attività, concludo dal comando provinciale, "rappresenta un importante elemento di garanzia per le imprese oneste, che vengono così tutelate dall’illecito vantaggio competitivo ottenuto da aziende concorrenti che indebitamente omettono di versare le imposte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ottiene oltre 150mila euro per progetti di ricerca, ma li usa per sanare debiti: imprenditore nel mirino della Guardia di Finanza

ForlìToday è in caricamento