Stroncato da un'overdose nei bagni del Parco della Resistenza, svolta nelle indagini: arrestato il pusher

Gli uomini dell'Arma hanno assicurato alla giustizia il pusher che ha fornito la dose di cocaina

Svolta nelle indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Forlì, diretti dal tenente Francesco Grasso e dal comandante di Compagnia, il maggiore Raffaele Conforti, relative alla morte per overdose di un forlivese di 25 anni avvenuta lo scorso 4 marzo nei bagni del parco della Resistenza, a pochi passi del centro mercuriale. Gli uomini dell'Arma hanno assicurato alla giustizia il pusher che ha fornito la dose di cocaina, che si è rivelata fatale. Si tratta di un magrebino di 31 anni, per il quale dal 29 aprile scorso si sono aperte le porte del carcere di Forlì. Lo spacciatore, a seguito di un’articolata attività di ricerca, è stato rintracciato nel faentino.

Le indagini dell'Arma sono iniziate subito dopo la morte del 25enne. Accanto al corpo senza vita venne trovata una siringa semivuota. I primi accertamenti medico legali avevano indirizzato fin da subito gli inquirenti: il decesso era verosimilmente collegato ad un'overdosa da cocaina. I Carabinieri, coordinati dal pubblico ministero Filippo Santangelo, hanno quindi ricostruito le ultime ore di vita della vittima, arrivando così ad individuare lo spacciatore che gli ha ceduto la dose.

Il 3 marzo, giorno precedente al decesso, il 25enne si era più volte recato a Faenza, dove, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, era solito acquistare dal magrebino la cocaina. La droga veniva pagata col baratto di un pc ed alcuni smartphone rubati. Elementi alla mani, il 27 aprile scorso il giudice per le indagini preliminari, Giorgio Di Giorgio, ha firmato un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per l'extracomunitario.

L'uomo, già noto alle forze dell'ordine per precedenti specifici e perchè clandestino, dovrà rispondere delle accuse di detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e morte come conseguenza di altro delitto. L'arresto è avvenuto il 29 aprile scorso dopo un'articolata attività di ricerca nel Faentino. Dopo l'interrogatorio è stato associato in carcere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave un motociclista

Torna su
ForlìToday è in caricamento