menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Il lavoro nell’arte”: il leader della Cgil Camusso visita Palazzo Romagnoli

Il percorso museale sarà visitabile anche nei giorni 27, 28 e 29 dicembre dalle ore 10,00 alle 13,00 e dal 2 gennaio 2014 dal martedì alla domenica (ore 9,00-13,00) e il martedì pomeriggio (ore 15,00-17,30).

Il segretario generale della Cgil Susanna Camusso ha visitato domenica mattina Palazzo Romagnoli, dove si trova la prestigiosa Collezione “Il lavoro nell’arte”, voluta dall’imprenditore forlivese Giuseppe Verzocchi (1887 - 1970), un patrimonio artistico e culturale di straordinario pregio, per la caratura dei pittori coinvolti e per l’unicità dell’idea. La Collezione è infatti nata dalla volontà di Verzocchi di celebrare il tema del lavoro - a lui tanto caro perché legato alla sua vita di industriale - che compare su ogni opera e che è stato enfatizzato dalla scelta di donare i quadri al Comune di Forlì il 1° maggio 1961, in occasione della Festa dei Lavoratori.

Le tele portano firme di artisti italiani di generazioni diverse e di diverse tendenze artistiche. Nomi illustri come quelli di Campigli, Carrà, Casorati, Capogrossi, De Chirico, Depero, De Pisis, Donghi, Guttuso, Maccari, Mafai, Moreni, Pirandello, Sassu, Severini, Sironi, Soffici, Vedova e tanti altri, accomunati oltre che dal tema, dalla presenza sulle opere di un piccolo mattone refrattario con la sigla “V&D”, simbolo dell’attività imprenditoriale di Verzocchi. La sua singolare impresa industriale viene illustrata attraverso l'esposizione di tutti i dipinti e viene contestualmente narrata a partire da una selezione di documenti, fra i quali fotografie, oggetti e testimonianze scritte.

Il nuovo percorso espositivo di Palazzo Romagnoli propone inoltre Sale dedicate agli oli e alle incisioni di Giorgio Morandi della Donazione Righini, alle sculture di Adolfo Wildt legate alla figura di Raniero Paulucci de Calboli e la selezione di opere pittoriche e plastiche rappresentative del vasto e composito patrimonio novecentesco forlivese intitolata “La Grande Romagna”. Il percorso museale sarà visitabile anche nei giorni 27, 28 e 29 dicembre dalle ore 10,00 alle 13,00 e dal 2 gennaio 2014 dal martedì alla domenica (ore 9,00-13,00) e il martedì pomeriggio (ore 15,00-17,30).

L'INTERVENTO DELLA CAMUSSO - Per Camusso "il 2013 che si va chiudendo è un altro anno di gravissima crisi. Durante il quale Gli effetti sul mondo del lavoro sono sempre più pesanti. Basta dire che solo in questa città ci sono state nel 2013 di tre milioni di ore di cassa integrazione in più rispetto al 2012 basta guardare ai numeri della disoccupazione generale e giovanile".

"Si chiude perciò un altro anno di forte crisi, si chiude con danni all'occupazione assolutamente straordinari e temo che si apra un 2014 non differente - chiosa Camusso - perché mancano i provvedimenti che rimettano al centro il lavoro e la creazione del lavoro come vera risposta per uscire dalla crisi''.

Quanto ala Legge di Stabilità ''è in continuità con quelle del periodo precedente, non sceglie di cambiare il passo, non sceglie di porre il tema della redistribuzione dei redditi e di dare più potere di acquisto ai lavoratori ed alle pensioni, per dare più strumenti alle imprese che investono e che fanno occupazione''. Di fatto è stato ''scelto, in realtà, un continuismo, ma con il continuismo non si esce dalla crisi e soprattutto non si crea lavoro''.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento