menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parcheggio "selvaggio", la lite degenera. E una testata manda all'ospedale un negoziante

L’autore delle lesioni è stato identificato e verrà segnalato alla Procura poiché la prognosi superiore ai venti giorni rende il reato perseguibile d’Ufficio

Un parcheggio "selvaggio" è la minaccia all'orgine di una violenta lite scoppiata lunedì pomeriggio a Ca'Ossi tra due persone, una delle quali aveva avuto la peggio a causa di un colpo al naso, ricevuto dal rivale con una testata. L’uomo è stato trasportato al pronto soccorso con un’ambulanza, e successivamente giudicato guaribile in trenta giorni per la frattura delle ossa nasali. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Polizia di Stato di Forlì per ricostruire i fatti.

Secondo quanto ricostruito dalle parti e da alcuni testimoni, sembra che il litigio sia scaturito per il parcheggio “selvaggio” di un furgone da lavoro davanti ad un negozio, di proprietà di colui che poi ha riportato lesioni. Gli operai erano scesi dal veicolo per trascorrere qualche minuto al bar e il titolare dell’esercizio adiacente, al suo arrivo, ritenendo che la presenza del veicolo impedisse la sua attività, ha vigorosamente ripreso l’autista del mezzo. Ne è nata una discussione verbale piuttosto animata poi trascesa in spinte e uso delle mani, con testata finale che ha lasciato a terra il negoziante. L’autore delle lesioni è stato identificato e verrà segnalato alla Procura poiché la prognosi superiore ai venti giorni rende il reato perseguibile d’Ufficio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento