Parte col ringraziamento ai volontari impegnati nel lockdown la 94esima Festa dell'Ospitalità

venerdì, alle ore 19, in piazza della Libertà si terrà la cerimonia di consegna degli attestati al merito a una quarantina fra volontari della Protezione Civile e medici di Bertinoro, per ringraziarli dell’impegno profuso durante il lockdown

La Festa dell’Ospitalità di Bertinoro non si ferma neanche davanti al Covid e, nel rispetto delle misure di sicurezza, nel 2020 sceglie di dedicare la sua novantaquattresima edizione al tema della solidarietà e a quanti, nel momento più duro della pandemia, si sono prodigati per il bene della comunità. Saranno proprio loro i protagonisti del primo appuntamento della manifestazione: venerdì, alle ore 19, in piazza della Libertà si terrà la cerimonia di consegna degli attestati al merito a una quarantina fra volontari della Protezione Civile e medici di Bertinoro, per ringraziarli dell’impegno profuso durante il lockdown.

Il tema della solidarietà torna anche nella proiezione di “Insieme per una cultura di pace!”, che si terrà sotto il loggiato comunale: si tratta di un montaggio di video, foto e messaggi della Protezione Civile di Bertinoro, della città gemellata di Kaufungen (Germania) e della città amica di Villefranche su Saone. Filmati e fotografie saranno visibili anche nelle sere successive, sempre sotto il Loggiato del Comune, a partire dalle 20,30.

Ma nel corso della serata  l’intero borgo si animerà con momenti di intrattenimento e di cultura. In piazza della Libertà (dove dalle 18 saranno in funzione gli stand gastronomici delle associazioni di volontariato) alle ore 21,30 andrà in scena il concerto dei Good Fellas. Musica anche in piazza Guido del Duca dove dalle ore 20 si esibirà  il duo Miscellanea Beat. Dalle18 apre i battenti anche la Rocca Vescovile che ospita le iniziative di “Oh che bel castello”: in programma visite guidate alla Rocca e al Museo Interreligioso (a pagamento), mentre nella corte interna, aperta al pubblico, si potranno seguire i racconti di Enrico Bertoni, direttore del Museo, dedicati alla storia di Bertinoro: alle ore 20 rievocherà  "La notte dello shabbat: storie di ebrei e di vini", mentre l’ intervento delle ore 22  è intitolato "Narra la Rocca di Bertinoro: sulle tracce dello spungone". Ci sarà anche la possibilità di partecipare a un’osservazione guidata del cielo a cura del Gruppo Astrofili Forlivesi. In scaletta anche interventi musicali dell’Orchestrina Vico Vecchio. Si replica sabato 5 settembre.

Per gli appassionati di storia e tradizioni da non perdere, nella mattina di sabato 5 settembre, la visita animata dedicata agli “Spazi di condivisione nel segno dell’Ospitalità”. Si tratta di un itinerario realizzato con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e con la collaborazione di Enrico Bertoni, del poeta Gianfranco Lauretano e della Scuola Musicale di Bertinoro; tre le tappe previste: si comincia alle 10 con la visita alla Pieve di San Donato di Polenta, alle 11 ci si sposterà alla Rocca e al Museo Interreligioso, per concludere – intorno alle 11,40 – con una visita alla Giudecca e alla Colonna dell’Ospitalità. La partecipazione è gratuita, ma è necessario prenotare rivolgendosi all’Ufficio Turistico. La partecipazione ai vari momenti della Festa è libera, ma per favorire il rispetto delle norme di sicurezza è sempre gradita la prenotazione (Ufficio Turistico di Bertinoro, tel. 0543/469213). Per tutta la durata della Festa, per agevolare l’accesso al centro storico, sarà attiva la navetta gratuita  per il centro storico dai parcheggi di via Allende e via Badia nei seguenti orari: venerdì e sabato dalle 19.00 alle 00.20; domenica dalle 15.00 alle 00.20

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

Torna su
ForlìToday è in caricamento