menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutti con gli occhi all'insù per l'asteroide 2012 DA14

Il cielo sereno ha permesso di vedere il transito del corpo celeste, dal diametro di circa 50 metri, con un buon binocolo o un piccolo telescopio, ovviamente lontano da fonti di inquinamento luminose

L'appuntamento era per le 20.43. E quanto accaduto venerdì mattina nella regione di Chelyabinsk (a circa 1500 chilometri a est di Mosca) - con la caduta di un grosso meteorite, che si è disintegrato negli strati bassi dell'atmosfera, provocando una pioggia di detriti, esplosioni e scie infuocate in cielo - non ha fatto altro che aumentare l'interesse. Tutti con gli occhi all'insù per il passaggio dell’asteroide 2012 DA14, transitato ad una distanza di 28.500 chilometri.

Il cielo sereno ha permesso di vedere il transito del corpo celeste, dal diametro di circa 50 metri (dalle dimensioni di una piscina olimpica), con un buon binocolo o un piccolo telescopio, ovviamente lontano da fonti di inquinamento luminose. Durante il massimo avvicinamento con la Terra era circa sei volte meno luminoso delle stelle più deboli visibili a occhio nudo nel cielo buio. L'asteroide è stato scoperto da un gruppo di astrofili spagnoli il 22 febbraio 2012 quando si trovava a 4,3 milioni di chilometri dalla Terra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento